testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Totaro di Fratelli d'Italia: tutti uniti, c`è bisogno di Alleanza nazionale

 

Una lunga esperienza in Alleanza Nazionale per un giovane protagonista della scena politica nazionale. Due legislature nel Consiglio Regionale toscano, due legislature al Senato (dove è entrato neo-quarantenne) ed attualmente onorevole di Fratelli d’Italia. Achille Totaro ha accettato volentieri il nostro invito ad intervenire nel dibattito in corso sulle anime della Destra italiana e sulla kermesse che, a Manfredonia, vedrà numerosi esponenti confrontarsi ed incontrarsi alla ricerca di una fase costituente per una nuova Destra.

Onorevole Totaro, qual è innanzitutto il suo giudizio sulla situazione attuale del centrodestra italiano?

“Io penso che il centrodestra debba cercare di guardare al futuro superando le esigenze settarie ed i personalismi, e debba cercare di affrontare, e possibilmente risolvere, i problemi dei cittadini, che sono tanti e sono urgenti. Infin dei conti vedere il centrodestra avvitato su se stesso, spesso cercando di creare delle situazioni di conflitto su cose che non so fino a che punto possono interessare gli italiani in un momento come questo, non è bello”.

Si riferisce alla situazione legata a Silvio Berlusconi?

“Eh si. Berlusconi è fuori di dubbio che sia una persona messa sotto la lente di ingrandimento dalla magistratura, e sotto certi versi anche perseguitato. Basti vedere come altri imprenditori l’abbiano fatta franca e comunque non hanno mai avuto le stesse minuziose attenzioni. Ma sentire in tv e leggere sui giornali quello che viene detto e scritto, le vicende sulle presenti e future condanne, i tira e molla sulla tenuta del governo… ecco, io non vedo più nessuno nel centrodestra che parla dei problemi della gente,  se non con delle voci isolate, come noi di Fratelli d’Italia, e comunque con voci minoritarie”.

Da qualche tempo si parla con insistenza di riunire le varie anime della Destra. Lei cosa ne pensa?

“E’ una cosa importante e sicuramente molto positiva. Sicuramente quella che un tempo è stata Alleanza Nazionale, che all’interno della coalizione di centrodestra rappresentava una destra moderna e che cercava di costruire intorno a se’ una area politica più vasta possibile. E’ un processo che conosciamo bene e che abbiamo percorso. Allora la grande anima pensante fu un uomo come Pinuccio Tatarella, poi c’è stato l’interprete di un processo, che è stato Gianfranco Fini, che è stato protagonista di un momento importante, quando è stato costruito qualcosa che andava oltre la Destra. Certo poi ci sono stati degli sbagli, e soprattutto si è lasciato l’alveo politico dove si poteva costruire qualcosa di importante”.

“Ma oggi – sottolinea Totaro – è inutile rinvangare gli errori. Una cosa è certa. In Italia c’è bisogno di un forte partito di destra e di centrodestra. C’è bisogno di quella Alleanza Nazionale della prima ora, con quei temi e quei valori che, a venti anni di distanza, vanno reinterpretati alla luce delle esigenze dei nostri giorni. Ma, oggi come allora, sono straordinariamente attuali”.

In che senso, può spiegarci meglio?

“Per esempio parliamo della sicurezza legata all’immigrazione. Noi venti anni fa avevamo delle ricette che secondo me anche oggi sono ancora largamente popolari all’interno della popolazione. Noi parlavamo di sicurezza che deve andare di pari passo con la solidarietà, come due concetti che soltanto insieme possono crescere e rafforzarsi, a differenza per esempio di molti altri che oggi parlano soltanto di solidarietà. In un tema molto importante come questo, e su molte altre tesi dovremmo ricostruire un’area politica. Noi come Fratelli d’Italia ci stiamo provando e stiamo facendo la nostra parte”.

Domani inizia a Manfredonia la Festa Tricolore di quattro giorni con l’obiettivo di arrivare ad una possibile definizione di una Assemblea Costituente. Quale il suo augurio a proposito?

“Saluto affettuosamente e caramente tutti i partecipanti, spero che un giorno ci si possa ritrovare tutti insieme. In questi giorni noi di Fdi insieme alle altre anime della destra che ne hanno voglia dobbiamo lavorare per dare agli italiani di avere un centrodestra che possa parlare un linguaggio sicuramente alternativo alla sinistra e, secondo me, che vada anche al di là di uno scenario del futuro politico di Silvio Berlusconi”.

“Noi – conclude Totaro – abbiamo bisogno di difendere e diffondere i valori propri del centrodestra e di una Destra sempre più forte e radicata nella pubblica opinione. Fino a quando non ci sarà una Destra, in Italia manca qualcosa”.

“Oggi quei valori non vengono ritrovati, o si trovano sparsi e minoritari. E’ una cosa che non possiamo e non dobbiamo accettare. Dobbiamo lavorare tutti insieme per renderli finalmente e nuovamente maggioritari”.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %