testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Alemanno: parliamo dei problemi dell'Italia senza pregiudizi

 

Anche Gianni Alemanno, ex sindaco di Roma, uomo di punta delle correnti dell’ex An, è intervenuto nel dibattito promosso dal nostro giornale per cercare di capire quale strada intraprendere per poter ricostruire un grande partito di Destra e riavvicinare tutte le varie anime attualmente sparpagliate.

Onorevole Alemanno, innanzitutto, qual è la sua opinione sul dibattito in corso?

“E’ un dibattito difficile e complesso perché ci sono due letture diverse. Da un lato c’è chi vuole costruire un soggetto  puramente di Destra, che si qualifichi sventolando il concetto della Destra, e chi come me vorrebbe un soggetto che pur partendo dai valori della Destra cerchi di dialogare con tutto il centrodestra, con l’obiettivo di aggregare tutti gli elettori delusi da questo centrosinistra, un soggetto politico aperto e pronto al dialogo”.

E allora, da dove partire?

“Mi sembra del tutto evidente. Dalle esigenze che ci sono oggi nel paese. Bisogna mettere la crisi economica al centro. Ogni soggetto politico ha la sua ricetta per affrontare e superare crisi economica, oggi noi dobbiamo puntare a qualificare le nostre capacità di recuperare una sovranità nazionale di fronte a processi di integrazione europea ed ad una globalizzazione che sta sempre di più annullando la nostra autonomia nazionale. E’ indispensabile per una nuova aggregazione proseguire su un dibattito programmatico. Se ci limitassimo ad un confronto identitario non riusciremmo ad avere alcuna proiezione verso l’elettorato”.

A proposito di identità, però sembra necessario parlare a tutte le varie anime della destra…

“E’ vero bisogna parlare con tutti. Io credo che bisogna non escludere nessuno a priori, nel senso che fare un discorso sul ‘tu si tu no’ è sbagliato. Anzi, credo che sia il modo peggiore per muoversi. A mio parere bisogna realizzare un manifesto, un documento programmatico vero, chiaro e ben determinato, e su questo vedere chi ci sta e chi no. Lo ripeto, io sono aperto nei confronti di tutti purchè siano persone in grado di dare delle risposte chiare e moderne ai problemi posti ed irrisolti della nostra nazione. E’ qui che si può determinare una base per un nuovo soggetto aggregatore del centrodestra e della destra italiana”-

Oggi inizia la Festa Tricolore di Manfredonia. Un punto di partenza forse anche per quello che ha appena sottolineato. Quale il suo saluto?

“E’ una bella iniziativa che saluto ed apprezzo sicuramente. Bisogna sempre potersi confrontare sul dibattito che si è aperto in questi mesi, senza pregiudiziali nei confronti di nessuno e con molta chiarezza politica. Invito tutti i partecipanti a parlare molto poco delle proprie posizioni individuali e molto dei problemi dell’Italia. A settembre ricomincerà una stagione politica e socioeconomico durissima, e dobbiamo essere pronti, noi prima degli altri, per dare risposte ai nostri concittadini”.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %