testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Executive: una storia di ordinaria follia del Comune di Bari

Il 27 maggio di 5 anni fa, Michele Emiliano tagliava il nastro per dotare l’Executive Center di strutture sociali alla presenza di scolaresche con il tricolore, banda per l’Inno di Mameli, caterpillar della Multiservizi e, in un paio di ore, distruggeva e cancellava verde pubblico e alberi secolari (come da rassegna stampa allegata). 

Dopo 5 anni, alla presenza del candidato sindaco di Bari Mimmo Di Paola, di Monia Magistro (candidata al Comune di Bari con Forza Italia) ed altri candidati al Municipio, si è proceduto ad una inaugurazione ironica ed irreale in quanto dal giorno del taglio del nastro, non è accaduto niente. Solo promesse di consegna delle aree ai residenti – come doveroso – per creare un centro sociale e sportivo, promesse rimaste solo sulla carta. “Eppure – è stata l’amara considerazione dei residenti presenti- le 450 famiglie e i titolari delle altre strutture 300 strutture (studi tecnici, legali, uffici finanziari e Associazioni) abbiamo versato decina di miliardi di oneri per le urbanizzazioni primarie e secondarie.”

Tre anni fa, in gran segreto, sono iniziati altri lavori nel lato nord dell’Executive. Gli Uffici Urbanistici del Comune non sapevano che la masseria presente in quell’area fosse segnalata dalla Sovrintendenza per il suo valore artistico e che quindi non si sarebbero potuti ergere muri a meno di 100 metri dalla stessa. Non erano a conoscenza neppure che, un altro ufficio comunale, aveva dato il via alla realizzazione di un parcheggio antistante la futura fermata della metropolitana Sud-Est. Anche questo progetto interessa in parte la stessa area. Anche questo progetto, come il precedente, si è bloccato dopo aver cancellato un altro pezzo di verde e altri alberi secolari, lasciando solo altri rifiuti e macerie.

Nell’occasione, è stata presentata anche la proposta tecnica redatta dall’ing. Contesi – già fatta propria da molti condomini – per costituire una associazione culturale e sportiva onlus, che chieda l’area retrostante il nostro complesso, utilizzando gli spazi destinati ai servizi per i residenti. Tale proposta progettuale, modificando il vecchio disegno, ha previsto oltre alle sale riunioni, campi da calcetto, tennis e pallavolo anche un asilo nido per i residenti e per quanti lavorano all’interno del direzionale.  La pagina che 5 anni fa dedicò la stampa è emblematica dei bluff di questo sindaco e della sua giunta!

di Mimmo Magistro
Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %