testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Provvedimenti per l'occupazione: in regione si ricordano dei cassintegrati

La Regione Puglia sta elaborando  un piano straordinario a favore dei cassintegrati in deroga. Avrà una dotazione di circa ottanta milioni di euro. L’obiettivo sarebbe quello, in una fase di crisi come l’attuale, della ricollocazione del massimo numero di lavoratori che oggi percepiscono la cassa integrazione in deroga e altre forme di sussidio. La bozza di piano è stata offerta al partenenariato sociale che entro venerdì farà pervenire alla Regione le proprie osservazioni; è intenzione della Regione approvare entro la prossima settimana il piano con una delibera di Giunta. Sarà quindi promossa la formazione di chi oggi percepisce assegni, anche con la possibilità di avviare tirocini formativi.

Inoltre sarà riconosciuta una dote occupazionale che favorisca la ricollocazione nel mercato del lavoro dei percettori. Infine saranno garantite forme di sostegno al reddito per chi sia escluso dagli ammortizzatori in deroga per effetto degli accordi del 2013. La formazione sarà effettuata sulla base di un catalogo corredato dal cosiddetto “indice di occupabilità” per ogni figura professionale. Il catalogo sarà rivolto agli enti di formazione e sarà gestito per via telematica. Il bilancio delle competenze sarà a cura dei centri per l’impiego le cui attività saranno potenziate. Dopo le attività relative al bilancio delle competenze i lavoratori saranno indirizzati ai percorsi formativi. Le attività saranno riepilogate nei “libretti formativi” dei lavoratori, visionabili dalle imprese che intendano assumere.

Altre linee di intervento riguardano i tirocini formativi, con integrazioni al reddito per chi li frequenterà. I lavoratori che non si atterranno alle indicazioni del piano saranno esclusi dal beneficio. Un apposito avviso prevede una dote occupazionale per l’erogazione di incentivi per le assunzioni a tempo indeterminato per i percettori di cigs e mobilità: saranno 20mila gli euro di “dote occupazionale”. Tutto sarà inserito in una cornice di accordi con Anci e Upi dopo la firma di appositi protocolli. Sono infine previste due linee distinte di sostegno al reddito: 1) per i lavoratori presenti nella banca dati percettori 2012 che a seguito degli accordi 2013 cessano dal beneficio, 2) per i lavoratori che che beneficiano della Cigs per cessata attività dell’azienda.

Ora si è in attesa di sapere da sindacati e imprenditori, cosa pensano di questa idea, che piomba nel bel mezzo di una campagna elettorale che, nei fatti, ha tenuto lontani presidente e ben quattro assessori dalla vita regionale.

 

Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %