testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Bando per il Commercio, i termini riaperti il 13 marzo

 

Falsa partenza. Come nelle gare di atletica leggera. E per fortuna non si applica lo stesso regolamento (che prevede la squalifica immediata) delle gare sportive, per il bando regionale sugli aiuti economici alle piccole e piccolissime attività commerciali, messo in piedi dalla Regione Puglia.

Appare evidente che era stato sottovalutato il problema tecnico della gestione delle domande simultanee, o era stata fatta una sottostima delle attività commerciali che avrebbero chiesto gli aiuti regionali. L'unico criterio per erogare i fondi, poi, è quello cronologico. Appare evidente come il terribile imbuto informatico abbi amesso kp il sito di innovapuglia, da dove era possibile inserire la richiesta di partecipazione al bando.

La Regione ci ha messo una pezza, con la sospensione della procedura ed il rinvio, per tutti, di una settimana. I termini per la partecipazione al bando, infatti, riapriranno mercoledì 13 marzo alle ore 12,00 con la possibilità di avviare la procedura per accedere al bando “Interventi a favore delle Pmi nel settore del commercio” interrotta ieri sera per consentire la piena operatività del sistema.

Ne dà notizia la vicepresidente della Regione Puglia e assessore allo Sviluppo economico Loredana Capone: “Innovapuglia, la società regionale che gestisce la procedura di accesso al bando – spiega – ci ha assicurato che in questi giorni saranno adottati tutti gli accorgimenti necessari per rispondere all’enorme flusso di domande simultanee che questo bando ha determinato. Le preoccupazioni delle migliaia di commercianti interessati al bando, nella particolare congiuntura in cui stiamo vivendo – ha continuato – sono comprensibili e pienamente condivisibili".

Perchè, chiediamo noi, non sono state prese prima tutti gli accorgimenti necessari? Scarsa attenzione o semplicemente una distrazione?

"Siamo dispiaciuti - prosegue la Capone - per il disagio che è stato arrecato ma assicuriamo, allo stesso tempo, che restano impregiudicati i dati già immessi a sistema, mentre coloro che non sono riusciti ad inoltrare la domanda avranno la piena possibilità di farlo”.

“Fare in modo che siano date a tutti le stesse opportunità è una nostra priorità”, ha aggiunto la vicepresidente. “Per questo abbiamo dedicato gli ultimi due mesi ad un’intensa e ininterrotta attività di comunicazione sul bando. La stessa scelta della modalità on line è determinata proprio dall’obiettivo di offrire a chiunque voglia candidarsi identiche possibilità”.

 “Per noi – ha concluso la vicepresidente – lo straordinario boom di richieste continua a rappresentare il dato da cui partire. È chiaro che il tessuto produttivo ha intercettato proprio in questo bando un’opportunità imperdibile. Faremo tutto quello che è nelle nostre possibilità, impegnandoci anche ad irrobustire la dotazione finanziaria dell’avviso, per non deludere le aspettative”.

Suggeriamo alla Capone, oltre che spendersi per incrementare il denaro a disposizione per questo bando, anche a vigilare perchè i commercianti pugliesi non debbano trovarsi nuovamente nell'imbuto informatico. Per loro questo bando potrebbe non essere uno scherzo o un passatempo, ma una condizione a volte essenziale per poter sopravvivere.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %