testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Basta chiacchiere, riprendiamo l'attività regionale!

Il primo passaggio parlamentare è stato effettuato. Camera e Senato hanno i loro presidenti, Nichi Vendola ha incassato un importante vantaggio posizionale a livello nazionale, di fatto "costringendo" il Pd a sacrificare le ambizioni di Anna Finocchiaro al Senato per lasciare campo libero a Laura Boldrini come nei presidente della Camera dei Deputati.

Ora tocca alla Puglia.

C'è da ufficializzare una Giunta regionale al momento ancora zoppa, in attesa delle decisioni della direzione regionale del Pd di questo pomeriggio, ci sono i nodi sui nomi e sulle deleghe, anche se qui Vendola ha dato poco spago alle polemiche "O così o tutti a casa".

C'è un consiglio monco, con ben 11 suoi rappresentanti ormai incastonati nel Parlamento. Ci sono surroghe che aspettano di essere realizzate, posti vacanti da coprire, sostituzioni da fare nelle commissioni, gruppi da integrare, costituire o ristrutturare (come nel caso di Pdl e Pd, che perdono i loro capogruppi).

Insomma, c'è una Regione da far ripartire.

Il primo consiglio regionale è stato interamente, e giustamente, dedicato alla questione Bridgestone.

Ma tutto il resto?

Sono due mesi che la Puglia è ferma. Basta dare un'occhiata ai bollettini ufficiali che quotidianemente vengono pubblicati dalla Regione Puglia.

Ora è tempo di ripartire. Basta con le scuse, con i rinvii, con le indecisioni.

I consiglieri-parlamentari facciano in fretta la loro scelta. E' un loro diritto, ma è anche un loro dovere. Rinviare e tentennare non farà altro che creare danni alla nostra attività regionale.

Sull'argomento è intervenuto il consigliere regionale Udc Peppino Longo.

"Adesso che una esponente di Sel è stata eletta alla terza carica dello Stato il governatore Vendola sarà soddisfatto. Ma soddisfatti non sono i pugliesi che vogliono un rilancio dell'azione amministrativa non solo a parole, ma con i fatti, e che vorrebbero anche qualcuno che li amministri davvero e non un fantasma, sospeso tra Roma e Bari.

"Quello che sta accadendo in questi giorni ha davvero dell'incredibile: a Vendola non sono bastati tre lunghi anni di campagna elettorale e continua, invece, con il suo stucchevole "balletto" fatto di promesse non mantenute e parole al vetriolo. Spartito e musica non cambiano e, anzi, si aggiungono altri interpreti: i principali alleati della coalizione di centrosinistra con le loro divisioni interne e la lotta per poltrone e successioni stanno complicando ancora di più il quadro, disorientando oltremodo i cittadini."

"Non si può più perdere tempo, i problemi della nostra amata Puglia si "incrostano" e più passano i giorni e più sarà difficile trovare una soluzione".

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %