testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Gioco d'azzardo patologico, una proposta di legge per arginare il fenomeno

Il gioco d'azzardo patologico è un disturbo del comportamento che, anche se rientra tuttora nella categoria diagnostica  dei disturbi ossessivo compulsivi, ha in realtà una grande attinenza con la tossicodipendenza, tanto da rientrare nell'area delle cosiddette "dipendenze senza sostanze".

Il giocatore patologico, infatti, mostra una crescente dipendenza nei confronti del gioco d'azzardo, aumentando la frequenza delle giocate, il tempo passato a giocare e la somma spesa nel tentativo di recuperare le perdite, investendo più delle proprie possibilità economiche e trascurando i normali impegni della vita per dedicarsi al gioco.

Gli esiti di questa dipendenza?

Migliaia di famiglie ridotte sul lastrico, e migliaia di rapporti interpersonali distrutti!

Individui tanto affascinati dal brivido del rischio e dalla illusoria possibilità di migliorare le proprie condizioni di vita antepongono il gioco ai valori ed agli affetti reali. La società, così severa verso certi temi, sembra sopportare il gioco d'azzardo, proprio come sopporta ed ammette per esempio, l'uso di alcool. Casinò, sale da gioco, bische, ippodromi, continuano la loro attività senza troppi disturbi.

Ma si può porre un freno a questo fenomeno in crescente aumento?

Le istituzioni nell'ultimo periodo hanno mostrato un forte interesse nel cercare di contrastare il problema, infatti in Puglia, il Presidente del gruppo consiliare de "La Puglia per Vendola", Angelo Disabato, primo firmatario, della proposta di legge "Contrasto alla diffusione del Gioco d’azzardo patologico", chiede al Presidente della terza commissione consiliare, Leonardo Marino, di inserire la proposta normativa nell’ordine del giorno della prossima commissione. 

Disabato dichiara che la proposta normativa, è stata presentata prima che intervenisse la legge Balduzzi, che ha finalmente inserito nei livelli essenziali di assistenza, la malattia da gioco d’azzardo patologico "GAP".  Disabato ritiene che i tempi siano abbastanza maturi anche per la Regione Puglia per dotarsi di una normativa organica, che sia in grado di dare risposte alla crescente domanda di aiuto dei pugliesi entrati ormai nei comportamenti compulsivi del gioco d'azzardo.

Da qui dunque la richiesta di discutere la proposta di legge nella prossima commissione. Il gioco d’azzardo, purtroppo, sta diventando una vera piaga sociale, in quanto in tempo di crisi, nell’illusione di un facile guadagno, tantissimi giovani, donne, disoccupati e anziani ricorrono alle macchinette mangiasoldi per risolvere i problemi economici. Una dipendenza che è esplosa a causa della legalizzazione, da parte dello Stato, dei giochi con vincite in denaro. La norma prevede quindi, l’attivazione di presìdi sanitari dedicati che hanno la funzione di programmare, pianificare e organizzare servizi e interventi sia sociali che sanitari, capaci di attuare percorsi di cura e assistenza ai giocatori d’azzardo patologici e ai loro familiari, assimilando le misure che già sono in vigore nel campo delle dipendenze, anche a questo tipo di patologia, come il diritto alla cura, il diritto al mantenimento del posto di lavoro e altri  diritti previsti dalla legge.

In particolare tra gli interventi si prevedono attività di formazione, aggiornamento e qualificazione del personale che si occupa dei problemi legati al GAP, l’istituzione di un Osservatorio regionale, quale organo di consulenza del governo regionale, e l'istituzione presso ogni casa da gioco e sala bingo di un'area dedicata all’informazione sulle attività di prevenzione con riferimento ai nuclei operativi previsti presso i Dipartimenti delle dipendenze istituiti da ciascuna Azienda Sanitaria locale. Prima di farvi coinvolgere e di farvi abbagliare dallo scintillare delle slot machine, pensate alle disastrose conseguenze.

Scritto da Mariangela Sellitri
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %