testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Libri e biblioteche: la Puglia cerca di colmare il gap

Bari - Un popolo di Santi, Poeti e Navigatori. Ma non di lettori. I Pugliesi non vanno lontano dalle statistiche nazionali, che vedono indici di lettura spaventosamente bassi: meno di un libro all'anno per oltre il 60 per cento della popolazione. 

Oltre 40 italiani su cento, poi, smettono letteralmente di leggere appena finiscono le scuole. E i testi consultati per le interrogazioni e i compiti in classe restano per troppa gente gli unici libri della vita. E' vero, attualmente la tendenza sembra volersi invertire, specie per merito dei giovanissimi e di quei genitori coraggiosi che comunque impongono ai figli spesso ancora divezzi un certo numero di pagine da leggere, colorare, condividere con i fratelli e le sorelle più grandi.

Nell'attesa che questo popolo di piccoli lettori cresca, arrivano due notizie incoraggianti dalla Regione e dal Comune di Bari. Iniziando da quest'ultimo: quel monumento allo spreco e all'avidità dei privati che si chiama "mercato coperrto di via Cagnazzi", diventerà con 250 mila euro di fondi regionali, una biblioteca multimediale al servizio della sesta Circoscrizione, Picone-Poggiofranco, del tutto priva di strutture pubbliche dedicate alla cultura e alla socializzazione di tipo culturale.

Lo ha deciso la giunta municipale. In Regione, poi, è stato varato un provvedimento della VI Commissione, presieduta da Francesco Ognissanti che stanzia 200 mila euro per il sostegno alla lettura e alla filiera del Libro.

Una boccata d'ossigeno per iniziative come i Presidi del Libro, le Biblioteche mobili e il book crossing, nonchè ogni altra inaiziativa che possa dare ossigeno a un settore che da sempre e comunque sembra essere in crisi cronica.

"Leggo perchè la vita non mi basta" scrisse un giorno Fernando Pessoa che era un esperto raffinato di lettura e scrittura, tanto da lasciare in eredità ai suoi attoniti familiari un baule pieno di 45 mila fogli di carta fittamente pieni di poesia e prosa.

Una confessione accorata, ma anche una formidabile intuizione che spesso scuola, famiglia e società fanno di tutto per soffocare.

 
Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %