testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Tutti daccordo sulla legge per snellire la burocrazia

Meno consigli, commissioni, comitati, autorizzazioni, procedure, pareri e quantaltro per provare a snellire modalità e tempi dei procedimenti amministrativi in materia di lavori pubblici, difesa del suolo ed ambiente. E' questa l'ambiziosa sintesi che si può fare in riferimento alla proposta di legge presentata questa mattina dal primo firmatario, l'ex assessore Fabiano Amati, e sottoscritto trasversalmente da numerosi consiglieri di tutti i gruppi politici (o quasi): Donato Pentassuglia, Giuseppe Romano, Mario Loizzo, Antonio Maniglio, Nicola Marmo, Ruggiero Mennea, Maurizio Friolo, Francesco Damone, Salvatore Negro, Andrea Caroppo, Francesco Ognissanti, Aurelio Gianfreda, Donato Pellegrino, Antonio Martucci, Michele Ventricelli, Ignazio Zullo, Antonio Camporeale, Saverio Congedo, Giovanni Epifani.

Con questa legge la Regione Puglia vorrebbe sopprimere organismi collegiali con funzioni tecnico-consultive, dandone le funzioni agli uffici che già rivestono una preminente competenza in materia.

Il primo articolo prevede per la Giunta il compito di effettuare una ricognizione sugli organismi collegiali, mantenendo solo quelli indispensabili. Nel secondo si propone la soppressione di Consiglio regionale dei lavori pubblici, della Commissione tecnica per la tutela degli alberi monumentali, il Comitato per il Via e il Comitato tecnico ADB.

"La proposta di legge - ha commentato Amati - sulla semplificazione amministrativa è una iniziativa nata in adesione ai principi di trasparenza, economicità e celerità dei procedimenti. Nasce dall'attuale grande necessità di semplificare ed accelerare affinché si possano aprire i cantieri".

Per Maurizio Friolo (Pdl) si tratta di una "esigenza concreta, che passa dalla razionalizzazione degli appesantimenti burocratici ed economici per le aziende pugliesi".

“Sin dall’inizio della legislatura - ha commentato Salvatore Negro, capogruppo Udc - come Udc abbiamo posto il problema della necessità di una semplificazione dei procedimenti amministrativi in materia di lavori pubblici, ambiente e difesa del suolo. Per questo abbiamo accolto con soddisfazione e sottoscritto la proposta di legge del collega Amati, condivisa da un nutrito gruppo di colleghi, il cui obiettivo è proprio quello di semplificare le norme ed eliminare gli ostacoli che bloccano tra l’altro la realizzazione di importanti opere pubbliche”.

Sulla stessa lunghezza d'onda anche Ignazio Zullo, capogruppo Pdl. "Piena e convinta adesione alla proposta di legge sulla semplificazione amministrativa in linea con i principi liberali che accompagnano l’azione del PDL e del Prsidente Berlusconi. Via quegli organismi, comitati, commissioni, spesso solamente consultivi, che appesantiscono il procedimento amministrativo dilatando tempi ed a volte vanificando piani, programmi e progetti di investimento. E’ un primo passo,  ma certamente non esaustivo,  del grande lavoro che dobbiamo compiere per dare certezze nei tempi e nella perentorietà dei pareri che tante volte, per illogicità, capziosità, indecifrabilità demotivano al punto da indurre alla rinuncia  investitori pronti ad accrescere il nostro PIL e l’occupazione".

”Con questa legge – ha spiegato Giovanni Epifani (Pd) – innanzitutto si vogliono sopprimere tutti i consigli, le commissioni e i comitati mantenendo solo quelli indispensabili, in quanto responsabili di inutili lungaggini burocratiche. Obiettivo chiave del provvedimento è infatti la semplificazione delle norme che bloccano la realizzazione delle opere pubbliche per accelerare l'avvio dei cantieri. Una necessità questa condivisa in maniera bipartisan e particolarmente sentita in questa fase di crisi, crisi che la proposta di legge intende arginare ponendosi come stimolo alla ripresa economica e produttiva del territorio".   

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %