testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Depuratori. Loizzo: finora troppe chiacchiere

Troppe chiacchiere da parte chi di avrebbe dovuto provvedere per tempo, e pochissimi (per non dire zero) fatti. Questa la triste visione della situazione dei depuratori pugliesi agli occhi di Mario Loizzo (Pd).

“Anni di chiacchiere, inadempienze e fumo propagandistico, hanno portato il delicatissimo sistema della depurazione pugliese, in una situazione assai critica. Chi in questi anni sosteneva che tutto filava liscio, ha raccontato balle e ora si agita in maniera un po’ scomposta”. Ne è convinto il consigliere regionale Loizzo, secondo il quale “ora è possibile uscire da questa pesantissima situazione, a condizione che si avvii al più presto un’azione organica e sinergica con tutte le autorità competenti”

“Non è più rinviabile – per Loizzo - la definizione di un’azione che punti a colpire a monte tutto il fenomeno degli scarichi abusivi nella rete fognaria: per questo occorre sensibilizzare gli utenti e il mondo delle imprese, di concerto con i sindaci, le associazioni di categoria e i produttori. Dobbiamo porre in essere – aggiunge Loizzo - tutti gli interventi necessari per migliorare la qualità della depurazione, a cominciare da un potenziamento degli impianti. E dobbiamo far partire finalmente la linea fanghi.

L’amministratore unico di Aqp – rileva il consigliere Pd – in pochi mesi ha svolto e impostato un lavoro straordinario. E spero che l’ingegner Maselli, a cui vanno tutta la mia stima e il mio sostegno, possa trovare l’entusiasmo e la serenità per andare avanti.

Adesso – prosegue Loizzo - va individuata una forma straordinaria di coordinamento di tutti i soggetti abilitati alle autorizzazioni. Di questo c’è bisogno per tranquillizzare tutti i territori interessati dai recapiti finali, garantendo loro una costante ed elevata qualità della depurazione. Per questo occorre avviare tutti gli investimenti per l’efficientamento del sistema idrico e potabile, investimenti che purtroppo stanno languendo”.

Una poco velata critica alla politica vendoliana fatta di annunci (tanti) e di fatti (pochi)?

Ne è convinto Ignazio Zullo, capogruppo Pdl.

“Anche un collega competente, avveduto e di lunghissimo corso come Mario Loizzo, alla fine è costretto a gettare la spugna e a richiamare il presidente Vendola alla politica dei fatti e non degli annunci.

Del resto anche Loizzo è costretto a prendere atto di come le politiche di Vendola, che da sempre ricopre la carica di commissario all’emergenza ambientale, si siano definitivamente arenate nei fanghi nell’inefficienza, della burocrazia, dell’interminabile rimpallo di responsabilità.

Nel dare a Loizzo il benvenuto tra coloro che da tempo rivolgono a Vendola l’accusa di aver snobbato la Puglia e i suoi mille problemi, privilegiando scenari nazionali, non posso che condividere il suo appello ad un’azione comune tra amministrazioni locali, imprese e utenti per superare l’ennesima emergenza, sollecitando l’avvio di investimenti che metterebbero in moto le aziende e genererebbero nuova occupazione".
Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %