testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Regione Puglia, trasparenza sugli atti delle commissioni

Una buona iniziativa, quella del Pd, nel voler rendere pubblici gli atti ed i lavori delle Commissioni consiliari permanenti. Spesso è proprio in questa sede che si risolvono (o si accentuano) i contrasti su un testo di legge o su un documento da portare in Aula. Garantire una maggiore trasparenza significherebbe mettere tutti a conoscenza dei retroscena che sono alla base delle leggi regionali. E soprattutto si riuscirebbe a capire per quale motivo da mesi languono nelle commissioni provvedimenti che il Consiglio Regionale si è impegnato a prendere, ma che fino ad oggi sono rimasti nel cassetto.

Ci riferiamo, ad esempio, alla legge di riordino sui B&B, o alla famosa questione delle "quote rosa" e della riforma elettorale.

“Rendere pubblici e disponibili online sul sito del Consiglio regionale, i lavori delle Commissioni consiliari permanenti”: è l'obiettivo della proposta di legge presentata dal Gruppo consiliare del Partito democratico, che propone di integrare il regolamento interno del Consiglio, al fine di agevolare il controllo pubblico sugli atti della pubblica amministrazione.

“Le Commissioni – spiega il capogruppo Pd, Pino Romano - sono un luogo e un momento molto importante per l’attività legislativa del Consiglio, i cui effetti riguardano e soprattutto interessano tutti i pugliesi. Ci sembra dunque doveroso rendere conto a loro, ai cittadini, dei lavori e delle decisioni che vengono assunte nelle Commissioni. Dall’ambiente alla sanità, dal lavoro alla programmazione culturale, dal bilancio ai trasporti, le Commissioni consiliari sono il motore della macchina Puglia. Ed è per questo – conclude – che i pugliesi hanno il sacrosanto diritto di conoscere esattamente la strada che questa macchina sta percorrendo”.    

Infatti, nella relazione alla proposta di legge ‘Pubblicità delle sedute delle Commissioni permanenti’, i consiglieri sottolineano la necessità di integrare l’articolo 23 del Regolamento del Consiglio, “in conformità al principio di trasparenza, acquisito ed esaltato dall’attuale ordinamento normativo, inteso allo scopo di favorire forme diffuse di accessibilità alle informazioni sull’attività delle pubbliche amministrazioni, e di controllo sul perseguimento delle funzioni istituzionali, condizione di garanzia delle libertà individuali e collettive, che integra il diritto ad una buona amministrazione e concorre alla realizzazione di una amministrazione aperta”.

In particolare, la proposta dei legge del Gruppo Pd, stabilisce che “le sedute delle Commissioni permanenti sono pubbliche, tranne nei casi in cui, con decisione assunta con la maggioranza dei tre quarti dei Consiglieri presenti, si disponga di procedere a porte chiuse”. Inoltre, la legge stabilisce che “i resoconti dei lavori delle Commissioni permanenti sono resi pubblici, in formato di sommario, sul sito istituzionale nell’ambito della sezione Amministrazione trasparente”.

 

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %