testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Che fine hanno fatto i nuovi ospedali?

Ricordate i tanto sbandierati nuovi ospedali (cinque) che avrebbero dovuto fare da polo di attrazione sanitario in tutta la Regione, prendendo il posto delle centinaia di tagli e di "buchi" territoriali previsti dalla Giunta Regionale?

Ebbene, il tempo passa, ma di atti concreti per arrivare alla individuazione di un iter e di tempi certi per la realizzazione delle cinque strutture, beh... nemmeno l'ombra. Così come nulla di fatto sull'Ospedale della Murgia, che dovrebbe ricomprendere un grande bacino (ben oltre 100mila abitanti) tra Altamura, Gravina e Matera, e che ormai costruito e completato, non riesce a partire.

In tema di sanità ancora una volta dobbiamo sottolineare i ritardi e le promesse non mantenute di una Giunta Vendola e di un assesorato, quello di Ettore Attolini prima, di Loredana Capone dopo, che sembra in un ritardo cronico dal quale è difficile uscire.

A sottolineare la gravità della situazione è una dichiarazione del Consigliere regionale dell’Udc, Peppino Longo.

 

“Ma il grande ospedale della Murgia che fine ha fatto? E gli iter dei tanto sbandierati ed annunciati nuovi ospedali a che punto sono? Domande che sembrano retoriche ma che la dicono lunga sulla programmazione regionale in materia di nuove strutture sanitarie. Ricorrendo alla mitologia e ricordando dell’Araba fenice, per il grande e nuovo ospedale della Murgia si può dire che l’apertura della struttura ‘che vi sarà ciascun lo dice, quando sarà nessun lo sa’. Passano i giorni - dice il consigliere regionale - passano i mesi e passano gli anni e quegli edifici restano lì, vuoti e desolanti senza che se ne conosca il destino. Non è possibile che i cittadini dell’area murgiana abbiano subito, nel corso di questi ultimi anni, tagli alle strutture ospedaliere esistenti e non abbiano ancora avuto la possibilità di vedere ancora il taglio del nastro del mega ospedale. E, intanto, i disagi restano".

Stessa sorte per quanto riguarda i nuovi ospedali, annunciati in pompa magna e per i quali gli iter sembrano procedere abbastanza a rilento. Anche in questi casi, però, la Regione ha provveduto a tagliuzzare qui è là reparti e servizi delle strutture già esistenti sbandierando il miraggio dei nuovi stabilimenti ospedalieri per i quali sembra che siano stati solo individuati i suoli. Il rilancio della sanità pugliese passa anche dalle infrastrutture ma in pochi sembra che se ne rendano conto”.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %