testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Conti Regione Puglia, dubbi sulla reale solidità

“La Puglia si conferma Regione virtuosa, con i conti in ordine ed un profilo di sobrietà”. E' quanto dichiarato dal presidente del Consiglio regionale Onofrio Introna al termine dell'adunanza pubblica per la parifica del rendiconto generale regionale 2012. Introna ha accolto con soddisfazione il giudizio positivo della Sezione di Controllo pugliese sulle “carte contabili” della Regione. Questo secondo la novità introdotta dal dl 174/2012, col quale il governo Monti ha esteso a tutte le Regioni la parificazione del rendiconto generale, finora riservata allo Stato.

Tra le misure per la riduzione dei costi della politica e per assicurare trasparenza nell’uso delle risorse finanziarie pubbliche, è prevista una verifica annuale della regolarità della gestione regionale e dei controlli interni, sulla base di una relazione del Presidente della Giunta regionale. 

L'entusiasmo di Introna però non convince le altre parti politiche. Davide Bellomo, presidente del gruppo regionale "I Pugliesi", ha affermato che è vero che la Sezione di Controllo Corte dei Conti ha espresso parere favorevole, ma "non sono poche le anomalie contabili rilevate dalla Procura della suddetta Corte, cominciando dal rilievo sul pareggio di bilancio che sarebbe stato conseguito dalla Regione nel 2012 attraverso l’uso dell’avanzo di amministrazione ‘presunto’, laddove la legislazione regionale consente questo uso solo a seguito non di un avanzo ‘presunto’, ma a seguito a un ‘effettivo accertamento’. Quindi la Giunta regionale non avrebbe dovuto finanziare ‘spese effettive’, nel Bilancio previsionale 2012, mediante un avanzo del 2011 ‘presunto’ e, quindi, aleatorio”.

Così, anche se più moderato, il capogruppo Pdl Ignazio Zullo: "Il giudizio complessivo della sezione regionale della Corte dei conti di approvazione del rendiconto 2012 è confortante ma occorrerà dare un significato certo e di veridicità contabile all’avanzo dell’anno 2011 che è stimato solo come presunto e non come effettivo ed utilizzato contabilmente per raggiungere il pareggio di bilancio, pareggio determinato anche con una politica di contabilizzazione dei residui non proprio limpida e trasparente. Se, quell’avanzo presunto non si dovesse concretizzare nell’effettività, il rendiconto sarebbe di segno negativo".

Scritto da Andrea Dammacco
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %