testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Sanità, Puglia allo sbando per i livelli essenziali di assistenza

Sanità in Puglia. I numeri sono impietosi con la Regione. Secondo i dati diffusi oggi dall'Ordine dei Medici risulta che la Regione Puglia è la più inadempiente in assoluto rispetto ai Livelli essenziali di assistenza definiti dal Ministero della Sanità. Ma non doveva essere questa la "Puglia migliore" di Vendoliana promessa?

Ma non dovevano stare tranquilli, con i tagli ampiamente e lautamente compensati da una diffusa presenza territoriale di qualità che avrebbe garantito livelli essenziali di assistenza sanitaria più che eccellenti?

E invece nulla di tutto questo. Le bugie di Nichi Vendola si stanno sciogliendo come neve al sole, mettendo invece in evidenza lacune, disservizi, carenze di personale, territori dimenticati a fronte di tagli orizzontali diffusi. Se poi aggiungiamo le inchieste sanitarie che hanno colpito i vertici della sanità, politica ed amministrativa, il piatto per i pugliesi è servito cotto a puntino.

"Purtroppo ce n’eravamo già ampiamente accorti nello spettacolo deprimente che offre un sistema sanitario depredato, svuotato e allo sbando" così ha commentato il consigliere regionale del Pdl Aldo Aloisi.

E pensare che proprio sulla sanità Vendola aveva promesso una "Puglia migliore”.

Di rimando caustico anche il commento di Ignazio Zullo, capogruppo Pdl. "E’ di due giorni fa la notizia dell’ISTAT che la Puglia è maglia nera insieme alla Sicilia nell’impoverimento delle famiglie, ed è di ieri la dichiarazione del presidente regionale dell’Ordine dei medici che, riportando dati del Ministero della Salute, ci rappresenta all’ultimo posto in materia di salvaguardia dei Livelli Essenziali di Assistenza (LEA). Speriamo soltanto che non tocchino anche a loro gli insulti e le gogne che normalmente ci sono riservati dal nostro Governatore quando queste pur amare verità osiamo sommessamente dirle noi".

 

“La situazione che ha fotografato l’Ordine dei medici baresi – dice Saverio Congedo - è mortificante per il Governo regionale ed il suo progetto sulla Sanità. Un fallimento certificato non dalla politica, ma da addetti ai lavori che ogni giorno operano nel sistema sanitario pugliese. E’ incredibile che sia proprio il tema della Sanità, su cui Vendola ha impostato le sue campagne elettorali e la sua idea di Puglia migliore, a decretare la bancarotta politica e gestionale della sua Giunta, che in 8 anni ha conosciuto ben 4 diversi assessori al ramo (Tedesco, Fiore, Attolini e Gentile) e 3 di questi solo negli ultimi 3 anni. Una chiara ammissione di colpevolezza da parte del Governatore in relazione alla più importante delle politiche regionali, che ha un valore sociale incalcolabile e che impegna l’85% del Bilancio dell’Istituzione. D’altronde - conclude Erio Congedo - l’evidenza di questo fallimento è sotto gli occhi e la pelle di chiunque sia costretto ad avere a che fare con il servizio sanitario regionale”.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %