testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Burocrazia invadente e a corrente alternata: una questione da affrontare

Un ruolo sempre più emarginato del Consiglio regionale tutto a danno della bucrocrazia imperante che, in Regione (ma non solo) ormai ha in mano il vero potere. Sono i burocrati a dire che una cosa si può fare o non si può fare, sono i comitati di parere a dare l'ultima parola, sono i tecnici e i vertici dell'amministrazione, troppo spesso, a prendere il posto della politica, che invece detiene (formalmente ma sempre meno di fatto) il potere decisionale e legislativo.

Eppure in Consiglio si sta discutendo di una proposta di legge che va proprio verso una semplificazione burocratica ed uno snellimento dei procedimenti. Al momento, invece, per qualcuno i procedimenti sono velocissimi e rapidissimi, per altri... stendiamo un velo pietoso.

Il vicepresidente vicario del gruppo regionale del PdL Erio Congedo ha diffuso, sull'argomento, la seguente nota:

Ignazio Zullo ha giustamente evidenziato le problematiche politiche ed istituzionali che stanno investendo il Consiglio regionale in questa seconda fase della legislatura, anche come riflesso delle non-politiche di un esecutivo egemonizzato da un Governatore sempre più rinchiuso in se stesso. Io mi permetto di aggiungere il grave disappunto di un rappresentante liberamente espresso dalla sovranità popolare per i paletti sempre più stretti in cui è ridotto a eseguire il proprio mandato ad opera di un’invadenza sempre più soffocante di una burocrazia sempre più auto-referenziale ed opaca.

Vale per esempio per i “pareri” vincolanti che dobbiamo subire come pre-condizione di ogni nostra proposta, sempre più eccedenti dalle reali competenze dei soloni che li esprimono e rispetto ai quali toccherebbe semmai a noi esprimere valutazione su efficienza e trasparenza.

Un esempio per tutti, l’incredibile celerità delle procedure autorizzative a favore del noto guru di centro-sinistra Farinetti, addirittura più veloci dell’ultimo processo a Berlusconi, a fronte delle infinite attese e delle mille peripezie che devono affrontare comuni mortali indigeni.

Su questi temi non possiamo non interrogarci tutti insieme, e insieme rivendicare il ruolo della sovranità popolare mai come in queste ore mortificato”.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %