testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Patologie tumorali a Brindisi, De Biasi: “La Regione deve ricorrere a ripari”

Una nota del presidente de ‘La Puglia Prima di Tutto’ Francesco De Biasi.

“Brindisi come Taranto, ovvero con un’alta percentuale di patologie tumorali per i residenti, e per questo bisognerebbe correre subito ai ripari, garantendo alla popolazione la giusta attenzione nella risposta sanitaria.

I dati diffusi dall’associazione ‘Brindisi Bene Comune’ non soltanto devono indurre ad una seria riflessione, ma manifestano una gravità che non può essere liquidata senza un approfondimento. 

Se è vero che il numero di coloro con convivono con un tumore in provincia di Brindisi è più che raddoppiato nel decennio 1998-2008, con un incremento del 118%, l’Assessorato regionale alla Salute ha il preciso dovere di intervenire per fare chiarezza. Tanto più che non sembrano essere disponibili i dati relativi al 2012 e 2013.

La strada indicata da associazioni ambientaliste come PeaceLink potrebbe essere ripercorsa con grande trasparenza anche dalla Regione Puglia. 

C’è un sistema rapido ed attendibile per una verifica immediata, che è quello di conteggiare i cosiddetti codici 048, che è il numero che individua l’esenzione del ticket per malattie tumorali. 

E’ il sistema utilizzato da ‘Brindisi Bene Comune’ ma anche dai medici dell’ISDE (l’associazione dei medici per l’ambiente) a La Spezia, così come normalmente avviene ad esempio all’Asl di Brescia. Ciò consentirebbe un monitoraggio in tempo reale e quindi una attendibile valutazione della situazione.

Non è ovviamente un caso che questo tipo di ricerche siano state fatte nelle città che ospitano grandi aree industriali: a Brindisi e La Spezia sono presenti due centrali a carbone, a Taranto il più grande insediamento siderurgico d’Europa.

Siamo decisamente dalla parte di quei cittadini di Brindisi che chiedono un’indagine epidemiologica sulla situazione delle malattie tumorali nel loro territorio anche perché la Regione ha il dovere di dare risposte e di correre ai ripari. 

Servono, insomma, i dati delle malattie, della mortalità e dei ricoveri per capire come intervenire prima che sia troppo tardi. E non è concepibile che non si possa procedere in tempi stretti, anche perché il ricorso al conteggio dei codici di esenzione 048 è rapido, non ha costi e si può ottenere in pochissimi minuti, con un beneficio dal valore inestimabile per la popolazione”.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %