testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Parchi regionali: tra i ritardi e la demagogia di Vendola

Com'è il polso dei parchi regionali della Puglia? Su questo tema, importante e dibattuto, si è incentrata la riunione di ieri della V commissione consiliare della Regione Puglia presieduta da Donato Pentasuglia (PD) in cui è stata audita l’assessore alla Qualità del territorio Angela Barbanente.

L’approfondimento era stato chiesto dal gruppo Pdl il cui presidente Ignazio Zullo ha fatto presente in particolare che con l’istituzione dei parchi sono scattati i divieti in termini di misure di salvaguardia in attesa dei Piani gestionali degli stessi parchi che fino ad ora non hanno avuto luogo (le leggi regionali  istitutive risalgono agli anni 2005-2007). "La popolazione interessata - ha fatto presente Zullo – si confronta con i divieti e non coglie le opportunità che i parchi offrono, alimentando così un sentimento di contrarietà che confligge con le finalità che l’istituzione di queste strutture si propone di raggiungere".

L’assessore Barbanente ha ricostruito puntigliosamente tutta l’attività svolta da quando le è stata attribuita la delega in materia dalla metà del 2010 con le due conferenze sulla aree protette svolte, un impegno di spesa di 1.650 milioni a disposizione degli enti gestori dei parchi (Comuni coordinati dalla Province)  con la previsione del disimpegno delle spesa nel caso di inutilizzo della somma, la circolare con gli indirizzi applicativi, la disponibilità della struttura tecnica della stessa Regione nell’affiancare le amministrazioni e la conferenza tenutasi nel marzo 2011 per verificare lo stato di avanzamento dei lavori. In generale è stata riscontrata – ha precisato la Barbanente – una difficoltà decisionale nella gestione. Al momento solo un parco (quello delle Dune costiere da Torre Canne a Torre San Leonardo) ha adottato il piano, quello di Costa Otranto - S. Maria di Leuca e Bosco di Tricase (che comprende 12 comuni) è in fase avanzata. 

Sussiste una delicato problema in ordine ai soggetti gestori dei parchi (aspetto sollevato anche dal capogruppo Sel Michele Losappio). Anche il ricorso al commissariamento – ha specificato l’assessore alla Qualità del territorio – non sempre è una risoluzione funzionale perché necessita  sempre della collaborazione attiva degli enti locali. “Occorre – ha sottolineato – costanza, pazienza, impegno e competenza “.  In ordine alla interrelazione tra Piano Parchi e Piano paesaggistico  (aspetto sollevato da Zullo), l’assessore ha specificato che i primi devono necessariamente conformarsi al secondo attraverso il ricorso alla Conferenza dei servizi (chiamata di co-pianificazione). In caso di mancata convocazione, sarà la Regione a provvedere entro 90 giorni.

Giuseppe Cristella (Pdl) ha evidenziato come lo stato di attuazione del Parco delle Gravine sia fortemente in ritardo, considerato che ad oggi è stata fatta la sola perimetrazione peraltro neanche corredata dalla tabellazione.

Rassicurazioni sono state date dall’assessore Barbanente rispetto a due punti posti da Francesco Laddomada (LPpV): vi è la riserva di ulteriori  parchi lungo la costa tarantina a sud est (sabbiosa e rocciosa). Mentre per quel che riguarda i tratturi (che sono equiparati ad aree archeologiche) sono previsti finanziamenti in prospettiva attingendo ai vecchi FAS con riferimento anche agli habitat rupestri.

"Nella scorsa legislatura, nel periodo 2005-2007, con proprie leggi il Consiglio regionale istituiva ben 10 parchi regionali - ha sottolineato Zullo - eppure  venuta fuori la demagogia della sinistra: alla data del 3 ottobre 2013 nessun Piano dei Parchi risultava adottato. Eppure in molti ricorderanno i pavoneggiamenti di Mediterre e in tanti non sanno che sono stati spesi ben 1,650 milioni di euro, ma dei Piani dei Parchi ancora non vi è traccia e della possibilità di sviluppo, di opportunità, di miglioramento, di tutela e salvaguardia neanche a parlarne. Ma a Vendola cosa interessa della Puglia e dei pugliesi. A Vendola servono argomenti populistici da presentare nei talk-show per le sue continue campagne elettorali".

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %