testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Sanità pugliese: una sfida da vincere!

 

La sanità è il terreno in cui le Regioni d'Italia si misurano e si misureranno in futuro più che in ogni altra attività.

"Alle nuove sfide, nuovo deve essere l'approccio. Non è solo questione di risorse ma di organizzazione”. Questo il commento del portavoce nazionale di Realtà Italia il consigliere regionale Tommy Attanasio. “Troppi gli esempi in cui assistiamo a sprechi che non solo si annidano sugli acquisti di beni e servizi ma anche sulla incapacità di offrire servizi sanitari appropriati” sottolinea Attanasio.

“Alcuni esempi: nei pronto soccorso di Puglia mancano  i protocolli sanitari dove, per patologia o sintomo, i medici devono esattamente sapere a che tipo di approccio diagnostico attenersi. In assenza di questi protocolli, i pazienti vengono sottoposti ad una serie di esami molti dei quali risultano  inutili. Chi paga?  I medici dovendo operare secondo coscienza e, in assenza di linee guida, devono spesso assumersi in prima persona, tutta la responsabilità della diagnosi.

La mancanza di una vera card sanitaria con tutte le patologie del paziente fa sì che, ad ogni ricovero, assistenti medici interrogano per ore il paziente per riempire il questionario ed acquisire i relativi dati; chi paga?  Inoltre, nessuna possibilità di riscontro se una serie di esami vengono prescritti  ad uno stesso paziente una seconda o una terza volta in un arco temporale molto breve. Chi paga? Gli ospedali non dialogano tra loro, mentre sarebbe utilissima, per ogni paziente, una cartella telematica da consultare al bisogno, con una password e il codice fiscale.  

Le liste di attesa ai C.U.P, ancora oggi, non determinano chiaramente le urgenze e così accade che patologie gravi vengono prenotate con gli stessi tempi di quelle più lievi. A complicare poi il tutto eccola stretta mortale della burocrazia che in sanità è imperdonabile. Fior di medici occupati a compilare moduli, cartelle, questionari ed i pazienti aspettano. La lista sarebbe lunga. Il vero  dispiacere è constatare che  queste risorse e queste professionalità, a spesa invariata, se organizzate veramente, potrebbero dare molte più risposte alla crescente domanda di salute.

All'assessore alla salute Elena Gentile la sfida a poco piu' di un anno dalla fine della legislatura di dare ai pugliesi la concreta percezione che il sistema stia cambiando. La sfida è titanica ma ormai i cittadini vogliono vedere e non più credere”.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %