testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Golf, una legge per destagionalizzare. Sel punta il dito su possibili speculazioni

Una legge che sta facendo discutere in Regione è quella sulla promozione del sistema golfistico regionale. Con una maggioranza trasversale la 4° commissione ieri ha licenziato la proposta di legge sulla “Promozione del sistema golfistico regionale” (primo firmatario Nino Marmo, Pdl). Il provvedimento è passato  con  7  voti favorevoli  dei rappresentanti del centro destra, dell’Udc,  del presidente della IV commissione Orazio Schiavone (Democratici autonomi) e di frange del PD. Hanno votato contro Giuseppe Lonigro (Sel) e Giovanni Epifani (PD).  Si è astenuto il capogruppo della Puglia per Vendola, Antonio di Sabato.

L’esame del provvedimento (i cui articoli introduttivi erano stati già approvati nel corso della riunione precedente della commissione) si è sbloccato  dopo l’approvazione (che ha fatto seguito ad una lunga discussione) dell’art. 5 con particolare riferimento al comma 6 che è stato emendato  con la previsione in particolare del passaggio al patrimonio del comune interessato dell’impianto golfistico (campi a 18 buche con annessi alberghi e residenze) in caso di chiusura dello stesso  entro 10 anni dal termine dei lavori, salvo il caso di fallimento,

Altro emendamento approvato (presentato da Marmo)  riguarda il divieto  il divieto di vendita totale o parziale delle strutture ricettive. Il termine temporale previsto inizialmente di 5 anni è stato portato ai 10 i successivi alla realizzazione del campo da golf,  in virtù di un subemendamento presentato da Sel  “fatto salvo il caso in cui l’acquirente compartecipi finanziariamente alla gestione e al buon mantenimento del campo medesimo”.

Il capogruppo Sel Miche Losappio ha riconosciuto che l’impianto della pdl è stata migliorato rispetto all’impostazione iniziale, tuttavia ha espresso anche le sue forti perplessità rispetto alla possibilità concreta che la legge possa creare spazi per speculazioni urbanistiche a danno del territorio, “drogando il mercato e violando i principi della libera concorrenza”.

"In sintesi il nostro timore è che la legge apra la strada a speculazioni urbanistiche a danno del territorio, drogando il mercato e violando i principi della libera concorrenza anche grazie agli indici di fabbricabilità indicati nel dispositivo come elemento premiante per gli investitori."

Fabiano Amati (Pd, che ha votato a favore della pdl) ha, invece, subordinato il voto favorevole in aula all’approvazione di un emendamento che dovrà stabilire “l’altissima qualità delle modalità costruttive, che è la garanzia più di qualsiasi norma, che gli impianti si realizzino, entro in esercizio ed incrementino l’offerta turistica della Puglia, anche in stagioni diverse da quella estiva”.

Marmo ha chiesto anche che, prima dell’approdo in Consiglio regionale, la pdl venga nuovamente sottoposta ad un’ulteriore verifica  da parte del  Servizio legislativo del Consiglio regionale.

“A questa legge - ha commentato Nino Marmo - cui è in buona parte legata la prospettiva della destagionalizzazione del nostro turismo e della sua crescita qualitativa con conseguenti, significativi ritorni anche in termini occupazionali. Le modifiche apportate, anche su mia proposta, al testo originario hanno ulteriormente garantito il pieno rispetto delle finalità della legge assicurandole un largo consenso da cui ha voluto incomprensibilmente defilarsi il Partito del Governatore, attestato su una posizione a prescindere palesemente viziata da vetero-ideologismo. Trattasi di un provvedimento che farà crescere il sistema-Puglia, che non farà spendere un  euro alle casse della Regione ma attrarrà sul territorio risorse finanziarie, che non distruggerà il territorio con il suo paesaggio ma lo valorizzerà, di cui possono andar fieri tutti i Colleghi che l’hanno condiviso, al di là ed al di fuori degli steccati di partito e di coalizione. Dispiace che taluni non l’abbiano voluto comprendere.”

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %