testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Aqp, Di Donna nuovo direttore generale

L'Acquedotto Pugliese ha un nuovo direttore generale. Nicola Di Donna è stato nominato, infatti, Direttore Generale di Acquedotto Pugliese SpA nel corso dell’Assemblea totalitaria degli azionisti, svoltasi nella giornata di ieri, alla presenza del Vice Presidente della Regione Puglia, Angela Barbanente e dell’Amministratore Unico Gioacchino Maselli.

Nicola Di Donna rimarrà in carica per un triennio solare (e comunque fino ad approvazione del bilancio 2016), con un mandato rinnovabile e gli sarà corrisposto un compenso annuo lordo - sostitutivo di quello percepito quale dirigente di AQP - di Euro 150 mila oltre incentivo per raggiungimento obiettivi fino ad un massimo di 45 mila euro lordi.

Alla nomina si è giunti, come stabilito nel corso della precedente Assemblea dello scorso 4 ottobre scorso, dopo una selezione interna alle risorse aziendali effettuata da una società terza specializzata che ha trasmesso alla Regione una lista ristretta di candidati, accompagnata da una relazione di sintesi. La Regione Puglia a sua volta ha sottoposto la lista dei candidati al parere di una commissione di tre esperti guidata da Nicola Costantino, già Magnifico Rettore del Politecnico di Bari, che ha proposto il nominativo ritenuto più idoneo a ricoprire l’incarico.

L'Amministratore Unico Maselli ha preso atto con soddisfazione della scelta operata dall’azionista e si è detto convinto che “Nicola Di Donna saprà sovrintendere al funzionamento della Società ed a tutte le operazioni relative con l’equilibrio, la lealtà e la competenza che lo contraddistinguono”.

Nel corso dell’Assemblea è stato anche fornito un aggiornamento sullo stato di attuazione dei progetti finanziati con delibere CIPE e sullo stato di avanzamento dell’attività di redazione del Piano Industriale relativo al settore Depurazione richiesto dall’assemblea straordinaria degli azionisti del 25 giugno 2013.

L’Amministratore Unico di Acquedotto Pugliese, con riferimento agli interventi finanziati con le deliberazioni CIPE (66 progetti per un importo di 286,7 milioni di euro) ha riferito, tra le altre cose che per quanto riguarda  i 56 interventi per i quali si è acquisito il parere favorevole del MATT, 17 interventi, per l’importo di 74,4 milioni di euro, sono stati appaltati o sono in fase di aggiudicazione; per altri 21 interventi, per l’importo di 74,2 milioni di euro, sono stati sottoposti a verifica di assoggettabilità a VIA e, 18 di questi registrano l’avvenuta scadenza dei termini di pubblicazione.

Per quanto concerne il Piano Industriale, Maselli ha comunicato che è in fase di conclusione la verifica dell’efficacia depurativa dei 35 impianti di potenzialità superiore a 50.000 abitanti equivalenti, che rappresentano il 57% del carico totale regionale previsto dal Piano Tutela delle Acque, mentre è stata completata per gli altri impianti oggetto di finanziamento nell’ambito della richiamata deliberazione CIPE.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %