testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Corruzione, prosegue la discussione in Regione

Il Piano triennale di prevenzione della corruzione della Regione Puglia al centro delle audizioni tenutesi in seconda commissione, presieduta da Giovanni Brigante, alla presenza dell’assessore alla trasparenza Guglielmo Minervini.

Su richiesta del consigliere regionale  Fabiano Amati (Pd), ha relazionato il responsabile della prevenzione della corruzione, avvocato Vittorio Triggiani, per fare il punto sul Piano adottato dalla Giunta nei primi giorni del mese di febbraio.

Si tratta di un documento di programmazione di cui tutte le Pubbliche Amministrazioni si sono dovute dotare secondo quanto disposto dalla legge 190 del 6 novembre 2012 (Disposizioni per la prevenzione e la repressione della corruzione e dell’illegalità nella pubblica amministrazione) in attuazione ed integrazione del Piano nazionale anticorruzione, per definire la propria strategia di prevenzione, fornire la valutazione del livello di esposizione dei singoli uffici e servizi al rischio di corruzione e indicare gli interventi organizzativi volti a prevenire tale rischio.

Triggiani, durante la sua esposizione si è soffermato in particolar modo sul tema della programmazione della rotazione dirigenziale che dovrà essere redatta nell’arco dei prossimi tre mese, utile per la realizzazione di una griglia di fungibilità all’interno della quale vengono individuati i dirigenti ed i funzionari suddivisi per competenze e mansioni svolte.

Per ciò che concerne l’ipotesi della rotazione immediata dei dirigenti, che costituisce uno degli strumenti fondamentali per contrastare la corruzione, sollecitata dal consigliere Amati già in fase di elaborazione  del Piano, durante una seduta auditiva della stessa commissione, Triggiani ha relazionato sulla base di un prospetto di programma che preveda la durata degli incarichi dirigenziali di tre anni per le fasce esposte ad alto rischio, di prorogarla fino a cinque anni per i dirigenti che svolgono funzioni esposte ad un rischio intermedio soggetti ad una valutazione intermedia trascorso il triennio e non inferiore a cinque anni per il personale funzionario titolare di alta professionalità e posizioni organizzative.

Per l’assessore Guglielmo Minervinii necessari per lo svolgimento di un procedimento amministrativo e che la forma più incisiva per contrastare la corruzione è quella di mettere ordine nell’attività amministrativa.

Nel prosieguo dei lavori la commissione ha espresso parere favorevole su due delibere di Giunta. La prima riguarda la rinnovata approvazione del Piano Faunistico Venatorio regionale 2009/2014 a seguito della conclusione del procedimento di Valutazione Ambientale Strategica (VAS).

Con la seconda delibera invece è stato recepito lo schema di Regolamento regionale recante il Codice deontologico per il personale dei Corpi e Servizi della Polizia locale operante nella regione Puglia.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %