testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Il Pd presenta la sua proposta sulle Cooperative di Comunità

Il Gruppo consiliare del Pd ha presentato questa mattina in Regione Puglia una proposta di legge sulla “Disciplina delle Cooperative di Comunità”. Il progetto è frutto di un lavoro svolto in sintonia tra la politica e la Lega delle Cooperative, e nasce dalla necessità di concepire uno strumento operativo che sappia intercettare meglio i bisogni dei cittadini e dare una risposta efficiente, utilizzando modelli innovativi a sostegno dello sviluppo economico, della coesione e della solidarietà sociale.

Il dispositivo normativo è stato illustrato alla stampa dal capogruppo Pino Romano che ha sottolineato l’importanza del progetto delle Cooperative di Comunità, tipologie di società che, in particolare, riconoscono la centralità del capitale umano. Questo comporta di impostare modelli organizzativi e gestionali che favoriscano la partecipazione di tutti i soci-cittadini attivi. 

“In particolare in questo momento delicato per la nostra economia – ha proseguito Romano – rappresentano lo strumento ideale per rispondere alle esigenze occupazionali di molti territori della nostra regione. A questo si deve aggiungere che non bisogna trascurare l’aspetto finanziario necessario al conseguimento degli obiettivi sociali, nell’ambito del quale assumono importanza le risorse messe a disposizione dalle Istituzioni della comunità come le strutture e beni di proprietà pubblica, meccanismi di premialità per accesso a finanziamenti comunitari”.

Sono riconosciute “cooperative di comunità” le società cooperative costituite ai sensi dell’articolo 2311 del codice civile, che valorizzando le competenze della popolazione residente, delle tradizioni culturali e delle risorse territoriali perseguono lo scopo di soddisfare i bisogni della comunità locale. La cooperativa di comunità deve avere un numero di soci che, rispetto al totale della popolazione residente, deve rappresentare il 15% per i comuni fino a duemila e cinquecento abitanti, il 10% nei comuni fino a cinquemila abitanti ed il 5% laddove la popolazione supera la soglia dei cinquemila.

Durante la conferenza stampa sono intervenuti i consiglieri regionali Sergio Blasi e Ruggiero Mennea e il presidente della Lega delle Cooperative pugliesi, Carmelo Rollo.

Per Blasi questa proposta di legge è una risposta alla democrazia partecipata ed uno strumento che dà la possibilità all’Ente locale di diventare socio attivo di produzione di lavoro.

Secondo Mennea, la forza politica del Pd con questo progetto di legge sta dando prova concreta di come si possano offrire delle opportunità in più in un momento con grosse difficoltà economiche. Carmelo Rollo, durante il suo intervento ha evidenziato che  si tratta di uno strumento che può essere ben utilizzato dai piccoli centri per autoregolamentare la materia e garantire in servizio in modo innovativo.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %