testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Mater Dei, tre mesi di attesa per il riaccreditamento

Una situazione che si trascina da tre mesi ormai. Accreditamento scaduto, e sospensione dei ricoveri nelle strutture baresi del gruppo CBH. Una struttura delle dimensioni della Mater Dei al momento del tutto inutilizzata, se si eccettua medicina generale, con quasi 1000 dipendenti complessivi (compresi i referenti delle cliniche Villa Bianca, Santa Rita e La Madonnina) che attendono di conoscere il proprio destino lavorativo. Ovvero aspettano di sapere se la convenzione con la Regione Puglia si sbloccherà, e se si, quando.

Intanto il Consigliere regionale PdL-Forza Italia Nino Marmo, Vice-Presidente del Consiglio, ha rivolto una interrogazione a risposta scritta al Presidente della Regione ed all’Assessore alle Politiche della Salute evidenziando in premessa che “dal 23 dicembre scorso sono stati sospesi i ricoveri presso la clinica ‘Mater Dei’ di Bari facente parte del Gruppo CBH a cui sono state accorpate le cliniche ‘Villa Bianca’, ‘Santa Rita’ e ‘La Madonnina’”.

Marmo, dopo aver sottolineato come è da escludersi "il derogare sul rispetto delle regole e delle leggi in materia di sicurezza, agibilità, e quant’altro necessario alla definizione positiva dell’Accreditamento presso la Regione Puglia", chiede quindi di sapere "a che punto è la concessione delle autorizzazioni regionali necessarie per la riapertura della struttura".

A sentire i responsabili della struttura, quello che ancora manca è il completamento dell'iter autorizzativo, impastoiato in qualche ufficio in Regione.

Dal punto di vista dell'occupazione, Marmo chiede "come si intendono tutelare gli oltre 1000 lavoratori (tra medici ed infermieri) a ri-accreditamento avvenuto e quali contratti saranno applicati per garantire anche la qualità e la continuità dei servizi" ed inoltre "quali sono gli interventi strutturali e burocratici necessari per rendere funzionale ‘il quarto Pronto Soccorso di Bari’ ed i reparti di Radiologia (compresa la TAC), Cardiologia e Ginecologia che consentirebbe una ulteriore riduzione delle liste d’attesa delle altre strutture pubbliche e cessare il regime di ‘operatività transitoria’ “.

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %