testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Il 118, le favole e le ricognizioni della Regione

Le problematiche del 118 con particolare riferimento alle convenzioni con le associazioni di volontariato sono state al centro dei lavori della III commissione consiliare nella sua ultima riunione di questa settimana.

E’ attualmente, infatti, in fase di completamento la ricognizione sulle modalità di erogazione del servizio sull’intero territorio regionale,  mentre la Giunta sta valutando la possibilità di internalizzare  lo stesso.

Il che, tradotto dal burocratese, significa che in Regione ancora non hanno una compiuta contezza di come avviene l'erogazione del servizio 118 nel nostro territorio, in una situazione fortemente a macchie di leopardo, tra associazioni da censire, centri attivi e meno attivi, servizi esternalizzati ed internalizzati rispetto alle strutture ospedalieri esistenti (più o meno) sul territorio.

In Regione, dunque, si fanno le ricognizioni (ancora...) mentre si valuta la possibilità di internalizzare lo stesso, il che significa che si stanno cercando i soldi per assumere un po' di gente che passerebbe dal ruolo di "volontario" a quello di stipendiato. Speriamo. Ma quante volte ci siamo sentiti raccontare queste favole? In questi giorni poi, dove sua signora della Sanità è impegnata nella sua personale campagna elettorale per Bruxelles, poi, le favolette sono all'ordine del giorno.

Ed i racconti sono garantiti per lo meno fino al 24 maggio. Dopo di che, se la Gentile volerà in Europa, bisognerà ricominciare tutto daccapo con il nuovo assessore (e se fosse un vecchio assessore? Staremo a vedere...), se invece dovesse impantanarsi l'aereo, ricominceremo con le storie dei soldi che non ci sono, della colpa dei Governi nazionali (senza rigorosamente citare Renzi), della scelleratezza di Fitto (che governava la Puglia il secolo scorso...), dei silenzi in Commissione (dove ancora cercano di capire che fine abbia fatto l'assessore...), delle code d'attesa che vengono date per sconfitte e che invece sono vive, vegete e godono di ottima salute!

Intanto la commissione ha deciso di aggiornarsi tra un mese per acquisire  anche le risultanze complete della ricognizione in corso e ha espresso parere favorevole sul regolamento  in materia di semplificazione per “il rilascio di certificazioni di idoneità all’attività sportiva”.

Approvata anche all’unanimità la proposta di legge al Parlamento di modifica e integrazione al testo unico delle imposte sui redditi (DPR n. 917/1986),  in materia di detrazioni d’imposta per le spese sostenute da disabili gravi. In particolar si tratta del premio assicurativo dell’autoveicolo pagato dall’interessato, o dalla famiglia che lo ha in carico, con un reddito complessivo annuo non superiore a 40.000 euro. La detrazione prevista è nella misura del  100%.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %