testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Alenia: assunzioni in Romania con i soldi dei pugliesi?

La Alenia assumerebbe personale proveniente dalla Romania per sopperire alle sue esigenze sul nostro territorio, nonostante la grave crisi in atto in Puglia e gli ingenti investimenti che la Regione ha posto in essere per sostenere gli sforzi della azienda e non permettere tagli agli stabilimenti pugliesi, quello di Grottaglie in maniera particolare?

Se lo chiede il consigliere regionale Maurizio Friolo.

“Una vicenda che, se confermata, rappresenterebbe l’ennesima messa in scena del teatro dell’assurdo che è diventata la Puglia vendoliana. Da una parte, ingenti investimenti mirati al consolidamento e alla piena produttività dello stabilimento della Alenia Aermacchi, società del gruppo Finmeccanica, sorto a Monteiasi-Grottaglie (Taranto). Dall’altra, la stessa Alenia che per soddisfare i tempi di consegna e le produzioni delle fusoliere in fibre di carbonio imposte dal rinnovato contratto con la Boeing, ricorrerebbe –il condizionale è d’obbligo, vista la mancanza di trasparenza e comunicazioni ufficiali da parte dei vertici aziendali- all’assunzione di circa cento nuove unità lavorative provenienti addirittura dalla Romania, come se il territorio circostante non presentasse un tasso drammatico di disoccupazione, e come se la Regione non destinasse cospicue risorse alla formazione professionale”.

Maurizio Friolo, consigliere regionale e vicepresidente della III Commissione Sanità, ha presentato questa mattina un’interrogazione a risposta scritta al presidente del Consiglio regionale Introna, della Giunta Vendola,  agli assessori al Lavoro Caroli e allo Sviluppo e Attività produttive Capone,  per chiedere“se intendono spiegare a un’opinione pubblica sempre più sconcertata quanto sta accadendo all’interno dello stabilimento Alenia Aermacchi di Monteiasi-Grottaglie”. Alla luce del l’assordante silenzio ufficiale su una vicenda filtrata su alcuni organi di informazione e mai smentita, il consigliere chiede quindi ai diretti interessati “se sono a conoscenza delle assunzioni operate, e se risponde al vero che le nuove unità lavorative sono provenienti dalla Romania; e delle ragioni per cui, nonostante l’elevato numero di disoccupati in Puglia, l’azienda abbia preferito ricorrere a personale proveniente dall’estero”.

Ancora,  “se sono in contatto con i vertici dell’Alenia Aermacchi, per conoscere le loro politiche inerenti la formazione e la gestione del personale, e per eventualmente indirizzare la formazione professionale di nuovo personale in base alle esigenze mirate dell’azienda”. E  “se intendono richiedere e sollecitare piena e totale trasparenza da parte dell’Alenia Aermacchi nelle modalità di reclutamento, assunzione e formazione di nuovo personale”. Infine, “se e quali interventi presso Alenia Aermacchi intendono attuare a tutela e garanzia dei giovani pugliesi alla ricerca di un lavoro qualificato e di un’opportunità concreta”. Giovani che sono i principali destinatari di una risposta che appare doverosa.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %