testata_web_pdo_5arancione.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Sanità: non fanno prima a chiudere la Asl Bat?

Livelli di assistenza essenziali e piano estivo. Per la provincia Bat si dovrebbe far riferimento alla nota trasmissione televisiva "Chi l'ha visto?". La situazione è davvero problematica e, per l'estate, promette di peggiorare ulteriormente.

“Alla fine lo capiremo, qualora il messaggio non sia ancora chiaro a tutti: la Gentile ha deciso di punire i cittadini della Provincia di Barletta-Andria-Trani non riconoscendogli il diritto, costituzionalmente garantito, ad usufruire di Livelli Essenziali di Assistenza Sanitaria. A questo punto, perché lei e Vendola non si adoperano per chiudere definitivamente l’Azienda Sanitaria locale?”

Lo dichiara il vice presidente del Consiglio Regionale pugliese, Nicola Marmo, che ha presentato un’interrogazione sui servizi sanitari estivi nella sesta Provincia.

“L’Azienda Sanitaria locale – prosegue - ha adottato il ‘Piano emergenza estiva 2014’, che dovrebbe garantire l’attività chirurgica di urgenza nei Presidi di Barletta, Andria e Bisceglie, con l’assunzione di 3 anestesisti in sostituzione di altri 4 che verranno meno e per i quali non è stata prevista alcuna deroga dall’Assessorato regionale. In più, nel presidio di Bisceglie si potrà garantire solo l’urgenza ostetrico-ginecologica e quella chirurgica indifferibile, giacchè le sale operatorie sono in fase di ristrutturazione. Allora, per garantire il minimo dell’assistenza, l’Asl ha previsto il potenziamento dei servizi. Ma l’Azienda cammina a motori spenti per i vincoli del piano di rientro (ma non l’avevamo superato?) e l’Assessorato non fa sconti né propone soluzioni concrete e realistiche. Tanto per iniziare, eliminando le continue sperequazioni tra cui l’ingiusta assegnazione del numero dei posti letto (di gran lunga inferiore allo standard applicato nelle altre Asl); la mancata autorizzazione a compiere nuove assunzioni; il Presidio dell’Ospedale ‘Bonomo’ senza primari; la mancata realizzazione del nuovo ospedale che potrebbe riequilibrare il numero dei posti letto e la qualità dei servizi.
A fronte di tutto ciò, ci saremmo aspettati una risposta alle ripetute interrogazioni.
Certo è che – conclude Marmo - non sarà facile ottenerle adesso, essendo l’assessore tanto impegnata, prima di lasciare l’incarico, tra un’elezione e un’altra, in un continuo girovagare politico-elettorale in conferenza stampa da un ospedale a un ambulatorio”.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %