testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Giacomo Olivieri lascia il Consiglio regionale. Salto in vista?

Sistemazioni dei rapporti di forze interni al centrosinistra, o un "raro atto di generosità politica nella condivisione di un progetto politico nazionale che vede quale riferimento Olivieri" (come si legge nella nota ufficiale), e quindi una probabile candidatura al Parlamento per Giacomo Olivieri? Di fatto ad oggi l'unica cosa certa è che l'avvocato barese, eletto in Consiglio Regionale tra le fila dell'Idv ma quasi immediatamente passato a "Moderati e Democratici" (insieme a Nicola Canonico e Antonio Buccoliero), una formazione politica vicina al sindaco di Bari Michele Emiliano, lascia il suo posto in consiglio regionale al primo dei non eletti del 2012, Giacinto Forte.

"La condivisione da parte di Giacinto Forte di un progetto politico nazionale che vede quale riferimento Giacomo Olivieri ha portato quest’ultimo a voler gratificare, con un atto politico di grande umiltà e di crescita del gruppo, l’impegno assunto" si legge nella nota ufficiale che sancisce le dimissioni di Olivieri dall'assise di Via Capruzzi.

Entrambi gli esponenti hanno aderito a Centro Democratico, la formazione politica che si è presentata alle prossime elezioni politiche, con riferimenti politici nazionali in Bruno Tabacci e Massimo Donadi.

Come si legge nella nota, infatti, "Giacomo Olivieri e Giacinto Forte in virtù della piena condivisione del progetto di rafforzamento dell’area di sinistra-centro e la necessità di propendere verso un movimento che garantisca riforme radicali per la nascita di un Governo politico che torni a far crescere l’Italia, proseguiranno il loro percorso comune impegnandosi a sostegno della formazione politica del Centro Democratico".

Sembra abbastanza probabile, dunque, che per Olivieri si possano aprire spiragli elettorali per le prossime politiche.

Ed in effetti Centro Democratico ancora mancava alla collezione di simboli del cinquantenne avvocato barese.

Nel 1995, è stato eletto in Consiglio comunale a Bari con il PPI, nel centrosinistra. Dopo di che migrò nel centrodestra fino a quando, nel 2005 Olivieri si presentò alla Regione sostenendo Fitto con Forza Italia (venendo eletto Consigliere). Dopo di che nel 2010 c'è stato l'ennesimo passaggio di coalizione, con l'Italia dei Valori e le oltre 14mila preferenze che lo hanno portato alla conferma in Regione, salvo poi aderire, anzi fondare, il movimento politico "Moderati e Popolari" insieme a Nicola Canonico, prima dell'adesione ufficiale a Centro Democratico. Insomma, non gli si può certo negare notevoli doti sportive di salto in lungo.

Una cosa però va sottolineata a merito di Olivieri. Qualunque sia il suo futuro politico, se mai dovesse scegliere di candidarsi alle politiche, a differenza di tanti altri suoi colleghi Consiglieri regionali, almeno ha voluto evitare di lasciare un buco in Regione. Faranno lo stesso i vari Introna, Stefàno e compagnia cantando? Non crediamo proprio...

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %