testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Nicastro contro il petrolio. Ma è a favore delle ricerche nel Tavoliere

Dopo la vicenda dello sversamento di petrolio a Termoli (QUI per un approfondimento) è arrivato, quasi immediato, il comunicato stampa dell'assessore all'Ambiente e Qualità della Vita della Regione Puglia Lorenzo Nicastro, che ha ribadito fortemente la sua contrarietà alle prospettazioni petrolifere in Puglia, chiedendo al Governo di mettere in moto tutte le strategie per le poter gestire una meteria così delicata come le fonti alternative e sostenibili di energia.

Ci chiediamo come abbia votato, il 20 dicembre scorso, l'assessore Nicastro quando si è trattato di consentire ricerche petrolifere in un'area di 155 chilometri quadrati nel Tavoliere (delibera di Giunta n. 2851) (QUI per approfondimento)

Ecco il commento di Nicastro sulla vicenda di Termoli.

"E' motivo di forte apprensione per noi la notizia di sversamenti di idrocarburi in Adriatico a largo delle coste tra Abruzzo e Molise; si tratta di eventi che non possono lasciarci indifferenti perché ogni incidente di questo genere, in un contesto marino così delicato sul piano dell'equilibrio ambientale, può avere effetti su tutti i territori che si affacciano sul bacino. Siamo vicini alle popolazioni".

Così l'Assessore alla Qualità dell'Ambiente Lorenzo Nicastro in relazione alla notizia dello sversamento in mare di idrocarburi al campo petrolifero Rospo Mare a 12 miglia a largo di Termoli.

"La notizia ed il rinnovato rischio per il nostro mare ci rafforzano nelle nostre convinzioni rispetto a nuove prospezioni geosismiche e ad ipotesi di nuove coltivazioni, non solo nell'Adriatico ma in tutti gli specchi di mare che interessano le coste pugliesi. Siamo ancora di più certi - prosegue Nicastro - che la linea di opposizione con tutti gli strumenti e in tutte le sedi a questa idea dell'utilizzo fino alla fine delle risorse fossili di energia, anche passando sopra alle vocazioni territoriali ed alle scelte economiche improntate a modelli sostenibili, sia non solo corretta ma imprescindibile se vogliamo assicurare un futuro alle nostre regioni".

"Ritorna però un tema che, soprattutto in questo momento elettorale in cui tanti anelano a diventare della pattuglia di parlamentari pugliesi, non può più essere rimandato: un nuovo quadro di riferimento per le scelte di politica energetica nazionale. Un quadro concordato con le istituzioni locali - dice ancora Nicastro -, che tenga conto di specificità ed aspirazioni economiche dei territori. Anche con riferimento ad un uso sostenibile e compatibile delle fonti rinnovabili di energia lo Stato dia strumenti concreti e chiari alle regioni per gestire una materia delicata per il futuro del paese".

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %