testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Il berlusconismo di Nichi Vendola

Che Vendola ormai da tempo ha la testa rivolta esclusivamente a Roma e che capiti in Puglia solo per caso, men che meno dalle parti di Via Capruzzi, dove c'è l'organo politico che lui, in qualità di presidente della Giunta regionale, ha il dovere di coinvolgere e di consultare nelle scelte politiche, visto che è il Consiglio regionale che gli deve approvare le leggi, che deve discutere e con cui la Giunta deve confrontarsi, è cosa ben nota e già detta.

Altrettanto vero è che, in questa campagna elettorale, di tutto sta parlando e su tutto interviene tranne su una cosa. Non ha mai risposto ad una semplicissima domanda: "che cosa ne sarà della Puglia dopo il voto di febbraio?".

Noi continuiamo a chiederglielo da mesi, nel più totale silenzio di Nichi e della sua corte di uomini con la valigia pronti a sbarcare a Roma (nel silenzio o quasi dei media locali che evidentemente temono di poter fare uno sgarbo a Sua altezza Poetica).

Ma non siamo gli unici a preoccuparci per le sorti della nostra regione, convinti che questo 2013 sarà un anno lungo e "sabbatico", dove si vivrà alla giornata (politicamente parlando) e di programmare (come dovrebbe fare chi governa) non ne sentiremo parlare affatto o quasi.

“Il presidente Vendola è affetto da “berlusconismo”. Non troviamo altra spiegazione a queste sconcertanti dichiarazioni sulla volontà di decidere da solo, “senza il consiglio di nessuno”, cosa è meglio per la Puglia e quando dimettersi, scavalcando il Consiglio regionale, la sua maggioranza e la volontà dei pugliesi che lo hanno eletto”.

Lo ha detto il presidente del Gruppo Udc alla Regione Puglia, Salvatore Negro.

“In questi anni – ha sottolineato il capogruppo Udc – anche il presidente Vedola si è lasciato contagiare dal “leadersimo” di berlusconiana invenzione, ergendosi a deus ex machina delle sorti della Puglia e dei pugliesi. Le dichiarazioni del presidente della Giunta a proposito del momento più opportuno per rassegnare le dimissioni destano sconcerto. Ci chiediamo in base a quali criteri l’on. Vendola deciderà qual è il momento giusto per lasciare la Puglia e come farà a discernere gli interessi della regione da quelli della sua coalizione e del suo partito. Un ulteriore prova di quanto andiamo denunciando da tempo sulla volontà di mortificare il Consiglio regionale e la stessa volontà dei pugliesi che due anni fa gli avevano rinnovato la fiducia e chiesto di governare la Puglia”.

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %