testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Tracciabilità alimentare, servono maggiori controlli

Un miliardo di danni per confezioni di prodotti alimentari sequestrati e distrutti, meno 30% nelle vendite di hamburger e meno 33% nelle vendite di pasta pronta. Sono alcuni dei danni causati nei primi giorni dell'allarme di infezione di carne equina. Come affrontare questa ed eventuali altre emergenze sanitarie nell'agroalimentare?

Si è parlato di questo nel convegno che si è svolto oggi a Bari nella sede di Confindustria del capoluogo pugliese. L'incontro, organizzato da Confindustria e Aon, si è parlato di gestione dei rischi da contaminazione del prodotto e delle relative soluzioni assicurative. Presenti al convegno c'erano Francesco Divella, Presidente della Sezione Agroalimentare di Confindustria Bari – Barletta-Andria-Trani; Gianni Di Falco di Federdistribuzione; l'Avv. Vanna Pizzi di Federconsumatori Nazionale; Stefano Raimondi, Dirigente del Ministero per lo Sviluppo Economico, Divisione Direzione Generale Lotta alla Contraffazione, Ufficio Italiano Brevetti & Marchi; Ciro Ciavarella, Comandante Gruppo Pronto Impiego Guardia di Finanza, oltre ai dirigenti di Aon S.p.A.

"La rintracciabilità - ha spiegato Divella - non può essere garantita al 100% per le strutture dei silos di stoccaggio, per la miscelazione dei prodotti, per le materie prime. Possono però essere rafforzati i controlli. Ed è quelli che chiediamo noi di confindustria: un'azione comune per creare un controllo maggiore, continuare con i tavoli di confronto, creare una task force per individuare i patogeni più pericolosi e soprattutto desidereremmo, a livello comunitario, vedere il superamento della 'gelosa' sovranità nazionale per ottenere un'azione comune tra gli Stati europei". E' necessario sottolineare, però, che in Italia i controlli sono più efficaci che in altri Paesi. "Un'indagine della Coldiretti - ha concluso Divella - ha mostrato un'Italia più sicura rispetto agli altri Paesi Ue. Nel territorio italiano, infatti, solo lo 0,3% dei prodotti ha mostrato un eccesso di residui chimici rispetto alla norma".

All'incontro presente anche l'Avv. Giorgio Rusconi, da anni impegnato nel settore del diritto alimentare e fondatore di FLN (Food Lawyers' Network Worldwide): "L’incontro organizzato da Confindustria – ha spiegato Rusconi – testimonia l’attenzione dedicata dalle istituzioni e dalle imprese alle problematiche connesse agli alimenti. Dal punto di vista del diritto, risulta interessante notare come la normativa si sia progressivamente sofisticata negli ultimi anni e vada ad imporre via via nuovi obblighi e prescrizioni per la tutela dei consumatori".

Ma il problema della contaminazione alimentare non riguarda solo i produttori. Vengono investiti dallo shock economico anche i distributori, come ha detto Gianni di Falco di Federdistribuzione: "Il consumatore, è bene ricordarlo, nel momento in cui si trova un prodotto infetto, si ricorda del prodotto ma anche del negozio dove lo ha acquistato. Perciò la catena distributiva è sottoposta a grande rischio, tanto quanto la catena produttiva". Per Di Falco la percezione del rischio da parte del consumatore "si rivela su tre livelli: punto vendita, momento della vendita e post vendita".

Il tema è certamente di grande attualità, risale a poche settimane fa il caso della contaminazione da carne di cavallo: un prodotto nocivo o potenzialmente tale può quindi generare danni ai consumatori, alle aziende e ai distributori. Per aziende e punti vendita non ci sono solo i costi associati alla campagna di ritiro ma bisogna considerare anche i danni reputazionali che rischiano di metterne a rischio la loro continuità economico-finanziaria.

Scritto da Andrea Dammacco
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %