testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Immigrazione in Italia, lo IAMB si interroga

Quali sono le politiche che l'Italia pensa di dedicare all'immigrazione, fra crisi che non passa e necessità di rilancio di interi comparti che, come l'agricoltura, senza l'immigrazione non potrebbero neppure sopravvivere? E' il tema della tavola rotonda che si svolgerà venerdì, 7 giugno, con inizio alle 10, nell’Aula Magna dell’Istituto Agronomico Mediterraneo di Bari del Ciheam, in quel di Valenzano (Bari)

L’iniziativa fa parte del Progetto S.O.F.I.I.A., Sostegno, orientamento, formazione, imprenditoria per immigrati in agricoltura, ed ha lo scopo di incoraggiare interventi volti a sostenere giovani cittadini dei Paesi Terzi interessati ad avviare attività imprenditoriali nel settore agricolo.

S.O.F.I.I.A. è realizzato dal Ministero delle Politiche Agricole Alimen-tari e Forestali, in collaborazione con l’IAM di Bari e Confcooperative Puglia, ed è finanziato per il 75% con risorse comunitarie provenienti dal Fondo Europeo per l’Integrazione dei cittadini dei Paesi Terzi (FEI) e per il 25% con fondi nazionali. 

I lavori saranno aperti da Cosimo Lacirignola, direttore dell’Iam di Bari e da Nichi Vendola, Governatore della Regione Puglia.

Seguiranno gli interventi di Angelo Malandrino, Prefetto del Ministero dell’Interno, in qualità di Autorità Responsabile Fondo FEI, Natale Forlani, Direttore Generale del Ministero del Lavoro e Politiche Sociali, Ugo Colombo Sacco, Direttore Generale vicario, Direzione Generale Mondializzazione del Ministero degli Affari Esteri, Felice Assenza, Direttore Generale del Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali. 

Il Progetto S.O.F.I.I.A. è stato realizzato sul territorio pugliese in considerazione della presenza dell’IAMB ed ha riguardato la formazione di 23 giovani immigrati, tra i 18 e i 35 anni di età, provenienti da 15 Paesi (asiatici, africani e balcanici), senza differenza di genere, in possesso di regolare permesso di soggiorno in Italia e occupati a tempo determinato e/o stagionale nel settore agricolo.

Il percorso di formazione è stato sviluppato secondo una metodologia che ha compreso sia formazione in aula, sia attività svolte in aziende agricole selezionate.

In Puglia sono stati aperti sei sportelli di orientamento e sostegno alla creazione di impresa agricola gestiti da Confcooperative, che continuano ad operare ed assistere i giovani immigrati interessati ad attivare attività agricole.

Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %