testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Martucci: ecomostro o discarica all'avanguardia?

Com'è la situazione alla discarica Martucci di Conversano? Sono in molti parlarne, ma in pochi sisono resi conto di persona di quanto sia grave la situazione. Per domani alcune associazioni hanno organizzato un sopralluogo pubblico per poter chiarire ancora una volta la questione. Intanto l’Assessore all’Ambiente Lorenzo Nicastro prova a spiegare, anche in questi giorni, sui media le scelte che hanno portato alla “storica” realizzazione del Piano Regionale dei Rifiuti in Puglia. Un piano che secondo alcuni esponenti della stessa maggioranza (come ad esempio Monno del PD) non sarà mai in grado di raggiungere il 65% di raccolta differenziata come previsto dalla legge, ma al massimo arriverà al 30%.

Ed un piano che prevede ancora al suo interno il sito più discusso dell’intera Puglia: la megadiscarica Martucci di Conversano paragonata dallo stesso Nicastro alla “Juventus, che non può essere esclusa dall’album delle figurine” nonché già descritta come la “discarica più efficiente e all’avanguardia in Europa ”.

Ma le dichiarazioni dell’Assessore all’Ambiente non trovano d’accordo il deputato del M5S Giuseppe L’Abbate che, dopo aver ottenuto dal Ministero di costituirsi parte civile nel processo in corso e il coinvolgimento dell’Ispra, continua la battaglia portata avanti da anni dai comitati cittadini “Chiudiamo la Discarica” e “Riprendiamoci il Futuro”.

“Nicastro parla di “Piano B” per la Martucci – dichiara L’Abbate – lo chiediamo da tempo e andava previsto, se non da novembre 2012, quantomeno da maggio 2013. Ma il suo “Piano B” non ha nulla di nuovo: già il 4 luglio scorso la Giunta Vendola deliberò di “sanare le irregolarità commesse nella realizzazione della discarica di servizio/soccorso dell’impianto complesso di trattamento dei rifiuti in contrada Martucci tramite la redazione di apposito progetto e la esecuzione dei lavori con procedura di urgenza, a cura diretta della Regione ponendo in danno dell’Ati CO.GE.AM. Lombardi Ecologia S.r.l. le relative spese”.

"Ma ancor più grave è la lettura storica di Nicastro sulla costruzione delle due vasche che non corrisponde al vero – continua il deputato 5 Stelle di Polignano – CO.GE.AM., che è costituita da Marcegaglia (51%), Cisa (48%) ed Ecomaster (1%), era in Ati con la Lombardi già nel 2003 quando il Commissario Delegato per l’Emergenza Ambientale Raffaele Fitto bandì la prima gara di appalto per la realizzazione di sistemi impiantistici complessi per il trattamento dei RSU con recupero energetico in Puglia. CO.GE.AM. si aggiudicò le sei gare in Ati con Lombardi Ecologia o Tradeco: si tratta di una vicenda lunga e complessa, che parte dal 2004, ma che non trova alcun riscontro nel “revisionismo storico” dell’Assessore Nicastro. Non comprendo se si vuole preferire una societ à piuttosto che un’altra: la Martucci è figlia della società “Progetto Gestione Ambiente Bari 5, la nuova denominazione di “Progetto ambiente Bari 5” che aveva sostituito l’Ati CO.GE.AM. Lombardi Ecologia".

"Non si placa poi il gioco delle tre discariche – prosegue Giuseppe L’Abbate – Nicastro parla di “vasca A intonsa, mai utilizzata, su cui sarà difficile poter ipotizzare il danno ambientale”. L’Assessore forse fa finta di non sapere che, invece, la vasca B (la seconda vasca di cui si compone la discarica di servizio e soccorso, ndr) è piena. Continua a tacere il fatto che le due vasche sono attaccate al primo lotto della discarica, quello mai impermeabilizzato e chiuso nel lontano 1996, poi attaccato al terzo lotto, quello successivamente chiuso nel 2011".

Una storia ampliamente e dettagliatamente raccontata nel libro di Pietro Santamaria “L’ultimo chiuda la discarica”.

Sotto i tre lotti della megadiscarica Martucci, a valle idraulica, ci sono i tre pozzi sequestrati dalla Magistratura perché inquinati da metalli pesanti. Sempre a valle, attaccati ai tre lotti di discarica, ci sono i vigneti sotto i quali la Magistratura ha dissotterrato rifiuti smaltiti illegalmente. Mi spiace che Nicastro continui a mistificare la realtà: non mi resta che invitarlo domenica prossima, alle ore 10.00, a vedere la megadiscarica Martucci in compagnia dei cittadini e degli esperti con cui potrà magari avere un civile, democratico e proficuo confronto”.

I comitati cittadini, infatti, hanno organizzato una visita guidata intitolata “Il nostro caro ecomostro”, a cui parteciperà lo stesso autore del libro Pietro Santamaria.

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %