testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Ospedale della Murgia: semaforo o rotatoria?

La messa in sicurezza del tratto della strada statale 96 interessata dalle vie d’accesso all’ospedale dell’Alta Murgia, è stata al centro delle audizioni in V commissione consiliare.

Su richiesta del consigliere regionale Giacinto Forte, il presidente Donato Pentassuglia ha convocato i sindaci dei Comuni interessati (Altamura, Gravina, Poggiorsini e Santeramo), la Provincia di Bari, il capo compartimentale Anas-Puglia, il direttore generale e il dirigente tecnico della Asl Bari, per fare il punto sullo stato dell’arte dei lavori.

In particolare il consigliere Forte ha espresso perplessità in merito alla decisione di installare un semaforo in corrispondenza degli accessi alla struttura ospedaliera, ritenendola una soluzione non adeguata a garantire la sicurezza dei cittadini.

Come spiegato dal rappresentante Anas, "il progetto prevede in realtà la realizzazione di una rotatoria di competenza della Provincia", per cui la scelta della regolazione semaforica - che sarà gestita dall’ospedale stesso a seconda delle esigenze - costituisce "una soluzione provvisoria, in attesa del completamento dell’opera".

Sull’avanzamento delle procedure relative ai lavori, è intervenuto l'ingegnere Caravelli della Provincia di Bari: “La realizzazione della rotatoria - ha spiegato - rientra in un progetto più ampio, quello riguardante la bretella di collegamento di due strade provinciali alla strada statale 96, e per il quale la Provincia ha già ottenuto le autorizzazioni dell’Autorità di Bacino, dell’Anas e della Sovrintendenza ai Beni archeologici. Prima di procedere ad appaltare i lavori - il cui finanziamento rientra in parte nel programma regionale “Strada facendo” - è necessario il rilascio della Via (Valutazione integrata ambientale) da parte della Regione".

Punto sul quale i consigliere Michele Losappio e Michele Ventricelli, insieme al presidente Pentassuglia hanno chiesto alla Provincia di essere più sollecita. Ottenendo così l’impegno da parte di Caravelli "di avviare, entro 15 giorni, la procedura per la richiesta dell’autorizzazione regionale".

Il direttore generale dell’Asl Bari, Domenico Colasanto e il dirigente tecnico, hanno ricordato inoltre che la realizzazione dell'impianto semaforico "era stata decisa nei mesi scorsi in una Conferenza di servizi alla quale erano intervenuti l'assessore alla Sanità Elena Gentile, Anas, Provincia e i Comuni interessati, per consentire la messa in sicurezza degli accessi all’ospedale, la cui apertura è prevista entro 90-120 giorni. Pertanto - hanno comunicato - stiamo procedendo ad appaltare la realizzazione del semaforo".

La Commissione ha inoltre espresso parere favorevole all'unanimità al Regolamento regionale recante "Disciplina delle acque meteoriche di dilavamento e di prima pioggia".

Scritto da Roberto Mastrangelo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %