testata_web_pdo_5verde.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Ambiente, in Puglia bocciati tutti i capoluoghi

Una bocciatura piena per i capoluoghi pugliesi in materia ambientale. E' quanto emerge dalla XX edizione di Ecosistema Urbano, l’annuale ricerca di Legambiente e Ambiente Italia, realizzata con la collaborazione editoriale del Sole 24 Ore, sullo stato di salute ambientale dei capoluoghi di provincia italiani, descrive un Paese che ha smesso di credere e investire nel cambiamento. 

Il rapporto è stato presentato a Bologna e, contemporaneamente a Bari, per la parte pugliese, in conferenza stampa da Francesco Tarantini, Presidente di Legambiente Puglia alla presenza di Angela Barbanente, Vicepresidente della Regione Puglia e Giorgio Assennato, Direttore Generale dell’ARPA Puglia.

“La XX edizione di Ecosistema Urbano - dichiara Francesco Tarantini – boccia sonoramente tutti i capoluoghi pugliesi dove da anni si registra una battuta d’arresto nelle politiche ambientali urbane. Non c’è neanche un timido segnale di cambiamento mentre la crisi economica e finanziaria sta schiacciando gli amministratori locali nella ordinaria amministrazione, nel defaticante tentativo di provare a galleggiare senza obiettivi ambiziosi, innovativi, coraggiosi”.

In Puglia, la situazione risulta peggiorata rispetto allo scorso anno con tutti i capoluoghi pugliesi in coda alla classifica generale di Ecosistema Urbano. Foggia si conferma la peggiore per la raccolta differenziata e per l’incidentalità stradale. Brindisi per le isole pedonali e le piste ciclabili, mentre Lecce e Taranto per il verde fruibile.

Un commento sul rapporto Ecosistema Urbano 2013 viene dall’assessore all’Ambiente del Comune di Bari Maria Maugeri: “Ringraziamo Legambiente per il lavoro straordinario di monitoraggio che annualmente svolge in tema di sviluppo sostenibile e riduzione dell’inquinamento atmosferico. Quest’anno, però, siamo rammaricati perché Bari risulterebbe penalizzata a causa del mancato invio di alcuni dati utili alla redazione del rapporto, con particolare riferimento a quelli relativi alla qualità dell’aria. Il rammarico è ancora più grande semplicemente considerando il trend positivo degli ultimi dieci anni che ha visto un netto miglioramento della qualità dell’aria e una significativa riduzione del numero di superamenti nel corso dell’anno.”.

Scritto da Andrea Dammacco
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %