testaa_web_pdo_5blu.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Gino Lisa, allungare la pista per salvare l'aeroporto

Da Foggia alla Regione, dal Consiglio comunale a quello Regionale, passando anche attraverso l'interessamento dei rappresentanti territoriali dei vari gruppi consiliari. A Foggia si dicono determinati nel confermare l'importanza strategica del "Gino Lisa", l'aeroporto dauno. Ma ci sono da superare gli ostacoli burocratici ad un suo effettivo rilancio e soprattutto la visione di struttura "non strategica" e di livello nazionale che è stata affibbiata all'impianto foggiano nel corso delle ultime riforme del settore a livello nazionale. In mezzo ci sono i soldi necessari per l'allungamento della pista, punto di partenza indispensabile per un rilancio del Gino Lisa.

Il Consiglio comunale di  Foggia, aperto ad altre autorevoli rappresentanze e alla cittadinanza attiva sempre presente e vigile sul territorio provinciale, si è rivelato un’iniziativa utilissima per riproporre in tutta la sua importanza e gravità sul tavolo regionale la ‘Questione Gino Lisa’.
Una infrastruttura alla quale è legata qualsiasi ipotesi di crescita e sviluppo del territorio, di salto di qualità, di reale competitività nel turismo, nell’agricoltura, nell’economia, una necessità e non un lusso. Positiva la sostanziale unanimità di visione registrata, la determinazione, la voglia di non subire passivamente quello che sarebbe un intollerabile torto.

"Adesso tocca alla Regione Puglia fare la propria parte: facendo finalmente chiarezza sulle strategie da mettere in atto, sulla visione di fondo, sulla progettazione presente e futura, sulle prospettive, sugli orientamenti, sulla reale volontà, sulla visione politica, sulle responsabilità da assumersi e da chiarire”. Lo ha dichiarato Giannicola de Leonardis, presidente della settima Commisisone affati istituzionali.

“Mi auguro  che l’incontro che si terrà tra il presidente Vendola, l’assessore ai trasporti Giannini, i vertici di Aeroporti di Puglia e una delegazione in rappresentanza della provincia di Foggia – ha detto de Leonardis -  fornisca finalmente l’occasione, dopo anni di polemiche, ritardi, sospetti, contraddizioni, per spazzare via ogni nube intorno all’aeroporto civile Gino Lisa di Foggia, per capire se sia oggi considerato un obiettivo strategico o un inutile contentino che non avrà alcuna possibilità di successo”.

“Dopo due anni di stallo dello scalo, in stand by proprio per la promessa di allungamento della pista d’atterraggio e decollo ritenuta imprescindibile premessa per rendere più attrattivo lo scalo per compagnie aeree low cost, è giusto capire se siamo ai titoli di coda di una storia infinita e se si può cambiare un destino che appare annunciato, o comunque già vissuto. Nel frattempo rimaniamo in attesa di incontri, convocazioni, chiarimenti, prima ancora di altre promesse e altre rassicurazioni continua: un’attesa vigile che non deve essere interpretata per indolenza e rassegnazione, e tradotta in complicità e indifferenza” ha concluso De Leonardis.

Scritto da Redazione
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %