testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Domani Bari rischia di fermarsi

A partire da questa sera Bari rischia di diventare una città paralizzata e tagliata in due, con la tangenziale che rischia di diventare un vero e proprio megaingorgo. Questo se il blocco organizzato a Bari riuscirà a raccogliere adeguate adesioni. E tutto sommato potrebbe ripetersi quanto è già accaduto lo scorso anno, con problemi e disagi soprattutto per i cittadini costretti ogni giorno a percorrere la tangenziale per recarsi al lavoro.

Oltre le sigle, oltre le divisioni ideologiche, nessuna bandiera di partito o sindacato. L’unica bandiera che accomuna tutti è quella italiana, l’unico punto di riferimento è la Costituzione della Repubblica.

Sono tanti i cittadini comuni riuniti sotto una data: 9 dicembre 2013, l’Italia di ferma e si ferma anche Bari, pacificamente, democraticamente. Contro il far west della globalizzazione, contro questo modello di Europa, ma anche per difendere la sovranità popolare e monetaria, per riappropriarsi della democrazia, per il rispetto della Costituzione contro un governo di nominati, per difendere la dignità dei cittadini.

A Bari fra gli organizzatori, il segretario del “Movimento per la governabilità – XII ottobre” Donato Cippone che ribadisce il “sostegno alla sentenza della Corte Costituzionale che boccia il cosiddetto Porcellum”.

Questo il programma della manifestazione: il blocco dei mezzi pesanti comincerà domenica 8 dicembre dalle ore 22 sulla tangenziale di Bari, in entrambe le direzioni di marcia, fra l’uscita di Poggiofranco e quella di Carrassi;  lunedì 9 dicembre dalle ore 9 presidio in piazza della Libertà (Prefettura) e corteo che partirà alle ore 10 percorrerà Corso Vittorio Emanuele, via Principe Amedeo, via Andrea da Bari per ritornare in Piazza della Libertà dove si terrà un comizio; infine  alle ore 18 assemblea pubblica nell’aula consiliare del Comune di Bari.

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %