testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

M5S Bari, 'Acqua bene assoluto'

Il Movimento 5 Stelle di Bari ritorna sul sequestro del depuratore Bari Ovest avvenuto il 17 dicembre scorso. L'impianto riceve le acque di alcuni quartieri (Palese, Santo Spirito e San Paolo), della zona industriale ASI e di alcuni Comuni limitrofi. Si tratta di uno dei due depuratori a servizio del capoluogo pugliese, il cui scarico sfocia direttamente in mare a più di 300 metri dalla linea costiera, in località Fesca. I militari della Guardia Costiera, dopo i dovuti sopralluoghi, hanno accertato che vi è stato, nel tempo, lo sversamento in mare di reflui non depurati e maleodoranti, il superamento dei limiti tabellari previsti dalla legge, nonché la dispersione non autorizzata in atmosfera delle emissioni maleodoranti derivanti dalla cattiva gestione del ciclo depurativo e dei fanghi prodotti dall'impianto.

Per ora risultano indagati coloro che all'epoca svolgevano funzioni di legale rappresentante di 'Acquedotto Pugliese Spa', Gioacchino Maselli, incaricato della gestione degli impianti di depurazione e di amministratore unico di 'Pura Depurazione Srl', Mauro Spagnoletta la ditta incaricata della conduzione del medesimo impianto. Ai due indagati sono contestati reati ambientali, danneggiamento aggravato di acque pubbliche, deturpamento di bellezze naturali, superamento dei valori tabellari nello scarico in acque superficiali e dispersione in atmosfera di emissioni maleodoranti. "Il provvedimento - si legge nel comunicato 5 Stelle - di sequestro autorizza comunque la facoltà d'uso dell'impianto esclusivamente ai fini dell'ordinaria amministrazione. Ma sarebbe stato mai possibile interrompere questa attività illegale, quando l’impianto incriminato serve come recapito dell’uso domestico e industriale dell’acqua a più di 150.000 abitanti? Risposta troppo facile, è la solita forma di ricatto sociale che ha prodotto le tragedie di Taranto, tanto per fare un esempio".

"Il Movimento 5 Stelle intende ripensare a tutto il ciclo dell’acqua con soluzioni moderne, di basso impatto ambientale e economicamente sostenibili. Va assolutamente superato il concetto di uso dell’acqua pubblica, interrompendo il circuito vizioso che si è creato a causa spesso di scelte e motivazioni socio-politiche. E’ impossibile sostenere ancora il paradigma: io prelevo dalle fonti naturali e invasi extraregionali - trasporto l’acqua per centinaia di chilometri e ne perdo la metà - la tratto e la distribuisco a pagamento - la uso senza criterio e la sporco - la raccolgo e la mando in un impianto inutile e costoso - alla fine la butto via senza alcuna possibilità di riutilizzo o recupero. E’ un preciso impegno del MoVimento 5 Stelle di Bari proporre soluzioni virtuose e moderne, accompagnate da chiare politiche di sostegno, all’uso ed al “riuso” del bene comune acqua, eliminando gli sprechi e colpendo le politiche e i comportamenti dei soggetti che, fino ad oggi, hanno dissipato uno dei beni universali più importanti. Senza acqua non ci può essere vita".

Scritto da Andrea Dammacco
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %