testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_si_cambia_980x89.jpg

Lieto fine per l'adozione dal Congo di una coppia barese

"Ho appena dato il via libera: un aereo della Repubblica italiana parte per il Congo per riportare i bambini adottati bloccati da mesi #acasa". Questo è stato il tweet scritto da Matteo Renzi nella stessa giornata che ha visto, in termini di voti, vincere la speranza contro la sterile rabbia. Una speranza che si è tramutata in felice realtà per i bambini congolesi e per le famiglie italiane coinvolte. Anche una coppia barese ha potuto riabbracciare il proprio figlio.

Oggi, intorno alle 10:30, all'aeroporto di Ciampino, è atterrato finalmente l'aereo con a bordo i bambini congolesi adottati da famiglie italiane, provenienti da Kinshasa. Dopo un periodo di stallo, lunedì le autorità della capitale africana hanno convocato gli ambasciatori dei Paesi interessati - oltre all’Italia, ci sono Francia, Belgio, Usa e Canada - per annunciare che, a seguito delle verifiche effettuate sui singoli dossier, avrebbero concesso ai bambini di lasciare il Paese. La storia delle adozioni bloccate in Congo, che ha coinvolto 24 famiglie italiane, è iniziata nel settembre 2013 quando Kinshasa aveva deciso di sospendere il rilascio del nullaosta per tutti gli affidamenti internazionali, sospettati di procedure irregolari.

"Una notizia di una gioia immensa che attendevamo da tempo – ha dichiarato il deputato pugliese Emanuele Scagliusi, del Movimento 5 Stelle, che aveva sollecitato mesi fa il Governo con una interrogazione – La missione nella Repubblica democratica del Congo dell’allora ministro Cécile Kyenge, all’inizio di novembre, si era conclusa con un nulla di fatto, nonostante le rassicurazioni. Adesso finalmente, pare che ci siano degli sviluppi positivi. Dopo l’esito positivo dei minori della Bielorussia, un ulteriore 'lieto fine' che premia gli sforzi di tutti coloro che si sono impegnati in questa vicenda"

"Sono molto felice per le famiglie che potranno finalmente abbracciare i propri figli, in particolar modo per la famiglia De Toma di Bari. Mi auguro – ha concluso Scagliusi – che si agisca con prudenza e discrezione e di evitare di assumere iniziative individuali tenendo ben presente la situazione delicata che attanaglia la Repubblica del Congo".

Scritto da Alessia Colaianni
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %