testata_web_pdo_5celeste.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Amiu-Amica: le rogne non finiscono mai

Emergenza rifiuti a parte, non sarà affatto semplice, per i comuni di Foggia e Bari, uscire da vespaio in cui si sono cacciati dopo che l'Amiu, azienda barese per la raccolta dei rifiuti, è andata in soccorso del capoluogo di Capitanata, in cui all'emergenza della "monnezza" si aggiungeve il fallimento dell'Amica, la gemella foggiana dell'Amiu.

L'accordo è stato possibile, a sentire i sindacati che attualmente sono sul piede di guerra, a prezzi troppo alti per i lavoratori, 350 riassunti con riduzione degli stipendi e a patto che non ci fossero inchieste in corso o precedenti penali legati a reati contro la pubblica amministrazione.

Un accordo che viene contestato dai rappresentanti aziendali in quanto "ci hanno scavalcati, facendo firmare l'accordo ai livelli provinciali" è l'accusa.

Di qui, una serie di ricorsi contro l'intervento, di un anno, da parte dell'AMIU e persino una denuncia per truffa contro Comune di Bari, Comune di Foggia e Regione Puglia, da parte di dodici lavoratori esclusi dalla riassunzione.

I sindacati e i lavoratori hanno rivolto le loro istanze sia al tribunale del lavoro sia alla Procura della Repubblica. Al momento non sono pervenute reazioni da parte di Amiu e comune di Bari.

Scritto da Fortunata Dell'Orzo
Newsletter



IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %