testaa_web_pdo_5rosso.jpg
teaser_1_raccontiamolapuglia_980x89.jpg

Tamburi, il problema della scuola alla diossina

Una nuova tegola sta per abbattersi sulla scuola elementare "Deledda" del quartiere Tamburi di Taranto, già alle prese con i timori per la stabilità della struttura generati dall’attraversamento sotterraneo delle gallerie del vicino (troppo vicino) impianto siderurgico.

Recenti indagini dell’Arpa (l’Agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) rilevano la permanenza di elevate quantità di diossina nel terreno dell’istituto scolastico.  Due analisi, in particolare, evidenziano lo sforamento del limite di 10 nanogrammi per chilogrammo di terra. In un caso, il superamento del limite sarebbe minimo: 10,2; nell’altro, invece, si salirebbe a 18 nanogrammi, un dato rilevante e molto preoccupante.

Il direttore regionale dell'Arpa Giorgio Assennato ha evidenziato come "alla Deledda c’è contaminazione dei terreni, ma non è accertato il rischio sanitario. Per accertarlo il Comune dovrà chiedere nuove analisi all’Arpa. Intanto bisognerà mettere in sicurezza l’area, ma non ci sono pericoli da inalazione perché bisognerebbe respirare dosi massicce. I pericoli vengono dall’ingestione della diossina".

Intanto il sindaco di Taranto ha ordinato il transennamento compleso dei giardini della scuola elementare, che fa seguito al divieto già emanato nelle scorse settimane di fare ricreazione o attività scolastiche all'esterno.

I genitori, intanto, sottolineano la grande preoccupazione per la salute dei propri figli, nonostante le rassicurazioni (peraltro blande) dell'Arpa. Da sottolineare, infatti, che sempre secondo i rilievi effettuati dall'agenzia regionale, sarebbero elevate le concentrazioni nell'aria di benzopirene. Sono in molti, in questi giorni, a non portare i propri figli a scuola.

Una situazione davvero ben oltre i limiti della tollerabilità. La scuola deve essere un luogo dove poter mandare senza paura i nostri figli, e non un luogo da dove bisogna sperare che non tornino ammalati o dove possano minare il proprio fisico.

Chi è chiamato a vigilare ed a risolvere questa situazione deve fare qualcosa. E deve farlo più che in fretta.

Scritto da Redazione
Newsletter



Invest
IMAGE
IMAGE
Decaro: io o Olivieri
Martedì, 07 Gennaio 2014
Non si conosce ancora la decisione dell'onorevole... Read More...

Locations

  • Redazione - Via Abate Gimma, 163 - Bari
  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 084 - 5213360

Puglia d'oggi per il Sociale

Has no content to show!

Style Setting

Fonts

Layouts( inner pages )

Direction

Template Widths

px  %

px  %