SS100 Adriatica: una nuova bretella per collegare Bari a Mola

Che la  circonvallazione di Bari fosse  l’arteria italiana con la maggiore densità di traffico era un dubbio venuti  a tanti: a chi  la percorre  regolarmente nel pomeriggio, trovandosi  rallentato in lunghissime code, ad esempio; oppure a  quanti  cercano nel periodo estivo di raggiungere  le ambite  località  turistiche salentine. Un’esperienza accettata quasi come  inevitabile ma della quale, invece, sarà possibile fare a  meno. Nell’incontro svolto questa mattina presso l’assessorato alle infrastrutture  e trasporti-dove l’assessore Giannini  aveva convocato  una nuova riunione del Tavolo per la SS16 Adriatica, con  Anas ed i rappresentanti dei Comuni di Noicattaro, Triggiano, Mola di Bari e Bari- è emersa la possibilità  di realizzare un nuovo tronco della circonvallazione che si affiancasse all’esistente per ricongiungersi poi all’ingresso di Mola. Già disponibili 250 mld di euro, stanziati  dal ministro Del Rio .

Nel prossimo incontro, fissato per il 21 dicembre, ANAS presenterà un’ipotesi  in grado di coniugare  le esigenze manifestate dai Comuni, con  l’interesse più generale  della  popolazione: un forte decongestionamento del traffico che significa prima di tutto maggiore sicurezza per gli utenti della strada, siano essi  privati cittadini o professionisti  del trasporto su gomma, sia di persone che di merci

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *